1piaga

pià|ga
s.f.
sec. XIII; lat. plaga(m) propr. “percossa”, dal gr. plagá.


1. AD ferita, lacerazione che presenta difficoltà a rimarginarsi: avere il corpo coperto di piaghe; iperb. essere tutto una piaga, averne in tutto il corpo | TS med. soluzione di continuità della cute o di una mucosa, con tendenza alla guarigione per granulazione
2. AD fig., problema sociale con vaste e durevoli implicazioni: la piaga dell’analfabetismo, della disoccupazione | flagello, sciagura, calamità: la piaga delle inondazioni
3. AD fig., profonda afflizione, dolore cocente e inconsolabile: avere una piaga nel cuore; riaprire una vecchia piaga, acutizzare un dolore non del tutto sopito
4. AD fig., scherz., persona molto noiosa, che si lamenta continuamente: che piaga che sei!, smettila di fare la piaga

Polirematiche

affondare il coltello nella piaga
loc.v.
CO
parlare di un argomento doloroso
mettere il dito nella, sulla piaga
loc.v.
CO
toccare un argomento delicato o imbarazzante; sottolineare il punto critico di una situazione
piaga da decubito
loc.s.f.
TS med.
lesione da necrosi superficiale cutanea da compressione, in pazienti a lunga degenza
piaga d’Egitto
loc.s.f.
CO
fig., scherz., grave sciagura, disgrazia, con riferimento alla serie delle dieci calamità bibliche che per volere divino si abbatterono sul popolo egiziano | persona molto fastidiosa.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.