più

avv., agg.compar.inv., prep., s.m.inv.
2ª metà XII sec; lat. plūs.

FO
I. avv. FO . avv.
1. maggiormente, in maggiore quantità, in maggiore misura o grado; unito con aggettivi e avverbi forma il comparativo di maggioranza anche con il secondo termine sottinteso: lo vedo più raramente di prima, oggi fa più caldo di ieri | quando il confronto è fra due gradazioni di qualità, piuttosto, in correlazione con che: più che verde mi sembra azzurro, mi sembra più furbo che intelligente
2. preceduto dall’articolo determinativo e seguito da aggettivo, forma il superlativo relativo: è il più bel paesaggio che io abbia mai visto
3a. TS mat. indica l’operazione di addizione: tre più tre uguale sei
3b. FO estens., indica il sommarsi di una qualsiasi entità a un’altra: la confezione comprende dentifricio più spazzolino
3c. FO estens., nelle votazioni scolastiche, posposto a un voto indica una valutazione leggermente superiore: sette più
3d. FO estens., nella misurazione della temperatura, indica valori sopra lo zero: il termometro segna più sei
3e. FO in correlazione con meno, indica un’approssimazione con piccolissimo scarto, per eccesso o per difetto: saremo una decina, uno più uno meno
4. FO in frasi negative: indica un fatto o un’azione che è cessata o cesserà, a volte rafforzato da mai: non lo faccio più, non lo farò mai più 
II. agg.compar.inv. FO
1. che è in maggior numero, che è in quantità maggiore, anche con il secondo termine sottinteso: ha risposto con più gentilezza del solito, c’è bisogno di più tempo
2. con valore neutro: più di così non potevo
3. con valore di pl., di uno, parecchi: lavorerò all’estero per uno o più mesi III. prep. FO con l’aggiunta di, oltre a: c’era tutta la famiglia più gli amici IV. s.m.inv. FO IV
1. solo al sing., la cosa importante, la parte maggiore: il più è ancora da fare IV
2. nome del segno (+) che, a seconda delle discipline scientifiche, assume valori diversi (in matematica indica l’addizione, in fisica la carica positiva, in chimica il valore positivo) IV
3. al pl., la maggioranza, la maggior parte delle persone: i più la trovano carina

Polirematiche

a più non posso
loc.avv.
CO
con la massima velocità possibile, a perdifiato: correva a più non posso | iperb., molto, con la massima intensità: ridere a più non posso
a più riprese
loc.avv.
CO
in tempi successivi: terminare un lavoro a più riprese
a più tardi
loc.avv.
CO
come formula di saluto, a dopo, arrivederci: ciao, a più tardi
al più presto
loc.avv.
CO
appena possibile: te lo dirò al più presto | posposto a una indicazione temporale, non prima: tornerò tra un’ora al più presto
al più tardi
loc.avv.
CO
indica il limite temporale entro il quale si presume che qualcosa avvenga o debba avvenire: arrivo al più tardi alle cinque
ancor più
loc.avv.
BU
tanto più, a maggior ragione
avere una marcia in più
loc.v.
CO
di qcn., avere capacità nettamente superiori agli altri
chi più chi meno
loc.pron.indef.
CO
chiunque, in misura maggiore o minore: tutti i medici, chi più chi meno, sostengono che fumare fa male
clausola della nazione più favorita
loc.s.f.
TS dir.
c. di un trattato internazionale diretta a estendere al beneficiario un trattamento almeno uguale a quello concesso ad altri stati
della più bell’acqua
loc.agg.inv.
CO
della miglior specie, genuino; anche scherz.: un furfante della più bell'acqua!
di più
loc.avv.
loc.pron., loc.s.m.inv. CO
1. loc.avv., in misura maggiore o più intensa: mi piace molto di più il cinema francese | in aggiunta, oltre a ciò: che vuoi di più?
2. loc.s.m.inv., solo al sing., il superfluo, ciò che cresce rispetto a una quantità: tutto il resto è un di più
3. loc.avv., in più rispetto a una data quantità: mi ha dato un libro di più; anche loc.agg.inv.: un tempo le carrozze erano di più
4. loc.pron., altro, qualcos’altro: ci vuole di più!
fare due più due
loc.v.
CO
colloq., correlare dati e informazioni per trarne una facile deduzione: basta fare due più due per capire che è così
fare il passo più lungo della gamba
loc.v.
CO
azzardare, arrischiarsi oltre le proprie possibilità
il più presto possibile
loc.avv.
CO
quanto prima
in più
loc.avv.
CO
1. in misura maggiore rispetto a un’aspettativa: mi hai dato un libro in più; anche loc.agg.inv.: siamo pochi, dovremmo essere in più
2. inoltre: non mi piace e in più mi sta male
legge del più forte
loc.s.f.
CO
modo di porsi nei rappori umani per cui il più forte o prepotente prevale sugli altri
né più né meno
loc.avv.
CO
esattamente
nel numero dei più
loc.s.m.
CO
fra i defunti: essere nel numero dei più, morire
niente di più
loc.avv.
CO
niente più
niente più
loc.avv.
CO
niente altro, nulla di più: è un amico e niente più
parlare del più e del meno
loc.v.
CO
chiacchierare di argomenti vari e senza impegno
per di più
loc.cong.
CO
loc.avv. CO inoltre, in aggiunta: è brutto e per di più stupido
per lo più
loc.avv.
CO
la maggior parte delle volte, di solito: per lo più trascorro le mie vacanze al mare
più avanti
loc.avv.
CO
oltre, più oltre nello spazio o nel tempo: deciderò più avanti
più che altro
loc.avv.
CO
soprattutto: più che altro ho bisogno di riposo
più che mai
loc.avv.
CO
ancora di più, molto di più: ne sono convinto più che mai
più che perfetto
loc.s.m.
var. => piuccheperfetto
più di là che di qua
loc.avv.
CO
più morto che vivo
più in là
loc.avv.
CO
1. oltre nello spazio: la banca è più in là
2. oltre nel tempo: ne discuteremo più in là
più largo che lungo
loc.agg.
CO
scherz., molto grasso
più leggero dell’aria
loc.agg.
TS aer.
di aeromobile, che pesa meno dell’aria che sposta, come ad es. il dirigibile
più morto che vivo
loc.agg.
CO
in pessime condizioni fisiche, per stanchezza, malattie o grande paura: dopo la corsa sembrava più morto che vivo
più o meno
loc.avv.
CO
1. all’incirca:
2. non molto, con una connotazione di scarso entusiasmo:
più pesante dell’aria
loc.agg.
TS aer.
di aeromobile, che pesa più dell’aria che sposta, come ad es. l’elicottero
più realista del re
loc.agg.
CO
che si batte per una causa più del ragionevole e più di coloro che ne sono direttamente interessati
più tardi
loc.avv.
CO
in seguito
più tosto
loc.avv.
OB
var. => piuttosto
poco più poco meno
loc.avv.
CO
all’incirca, più o meno: l’ho pagato centomila lire, poco più poco meno
saperne una più del diavolo
loc.v.
CO
essere molto astuto
sempre più
loc.avv.
CO
vieppiù
solo più
loc.avv.
RE sett.
soltanto, ancora: ho solo più due pagine da ripassare.
sul più bello
loc.avv.
CO
nel momento più importante, migliore: sul più bello hanno trasmesso la pubblicità.
tanto più
loc.avv.
CO
in particolar modo, a maggior ragione: vorrei fare una passeggiata tanto più se c’è il sole
tanto più che
loc.cong.
CO
anche perché, aggiungendo un motivo valido, un nuovo argomento: non ho voglia di venire, tanto più che ho anche mal di testa
tutt’al più
loc.avv.
var. => tuttalpiù
vie più
loc.avv.
OB
var. => vieppiù.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.