pluteo

plù|te|o
s.m.
sec. XIII; dal lat. plŭtĕu(m) propr. “riparo, spalliera”, di origine incerta; nelle accezioni 4 e 5 cfr. lat. scient. Pluteus.


1. TS st.milit. macchina da guerra mobile costituita da intrecciature di vimini ricoperte di cuoio, usata come riparo durante gli assedi
2. TS arch. nelle chiese medievali, elemento di recinzione che delimita il presbiterio o l’altare, costituito da una lastra compatta, spec. di marmo, decorata con bassorilievi o mosaici
3. TS stor., bibliotec. nelle biblioteche medievali e rinascimentali, bancone di lettura costituito da un mobile fornito di un piano superiore inclinato che serviva da leggio, sul quale venivano fissati i volumi per mezzo di catene, ancor oggi in uso in alcune biblioteche per la conservazione e l’esposizione di manoscritti e codici preziosi (abbr. pl.)
4. TS zool. larva planctonica degli Echinoidei e degli Ofiuroidei, di forma conica e provvista di quattro coppie di appendici laterali
5. TS bot. fungo cosmopolita del genere Pluteo, diffuso sui tronchi marcescenti e sulle ceppaie degli alberi | con iniz. maiusc., genere della famiglia delle Volvariacee
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.