pollo

pól|lo
s.m.
av. 1320; lat. pŭllu(m) propr. “animale giovane”.

AD
1a. AD il gallo e la gallina giovani, allevati per ricavarne la carne e le uova: allevamento di polli, pollo ruspante, allevato in libertà, con metodi tradizionali | TS ornit.com. nome comunemente dato a varie razze domestiche derivate dal genere Gallo, in particolare dalla specie Gallus gallus
1b. AD estens., solo sing., la carne cucinata di tali animali: petto, ala di pollo; pollo arrosto, lesso; brodo, fegatini di pollo
2. AD fig., persona ingenua, che si lascia ingannare facilmente: bravo pollo! ci sei cascato, hanno trovato il pollo da spennare

Polirematiche

conoscere i propri polli
loc.v.
CO
sapere con chi si ha a che fare
far ridere i polli
loc.v.
CO
colloq., essere assolutamente ridicolo, inadeguato: come cuoco fa ridere i polli, non sa cuocinare un uovo fritto
ladro di polli
loc.s.m.
CO
ladro di galline
pollo a busto
loc.s.m.
CO
p. pronto per essere cucinato, posto in vendita privo di testa, interiora e zampe
pollo alla marengo
loc.s.m.
TS gastr.
pietanza a base di pollo in umido
pollo sultano
loc.s.m.
TS ornit.com.
1. uccello del genere Porfirione (Porphyrio porphyrio) con piumaggio di colore azzurro, placca frontale e dita non lobate, stazionario o di passo in Sicilia e Sardegna
2. => gallinella d’acqua.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.