portavivande

por|ta|vi|vàn|de
s.m.inv.
1846; comp. di porta- e del pl. di vivanda, cfr. fr. porte-dîner.


CO
1. contenitore a chiusura ermetica per trasportare, mantenendole calde, vivande già pronte
2. carrello in acciaio inossidabile e termicamente isolato, usato per il trasporto di cibi caldi, spec. in mense, ospedali e sim.; anche agg.inv.: carrello, mobiletto portavivande
3. pirofila, spec. con base in alluminio, per presentare le vivande in tavola
4. in ristoranti, istituti e sim., piccolo montacarichi per trasportare cibi da un piano all’altro; anche agg.inv.: elevatore portavivande
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.