precorrere

pre|cór|re|re
v.tr., v.intr.
av. 1321 nell'accez. 4b; dal lat. praecŭrrĕre, v. anche correre.


1. v.tr. LE precedere camminando o correndo: qualche galantuomo precorse di galoppo la folla (Manzoni)
2a. v.tr. CO fig., anticipare eventi, tendenze e sim. che si realizzeranno pienamente soltanto in futuro: precorrere la moda; precorrere i tempi, avere o manifestare idee o atteggiamenti innovativi rispetto al proprio tempo, essere all’avanguardia | precorrere gli eventi: agire prima del tempo
2b. v.tr. CO fig., soddisfare una domanda, un desiderio e sim. prima che venga formulato: ha precorso la mia richiesta
3. v.intr. (essere) LE procedere, correre velocemente avanti: precorsa è la fama apportatrice de’ veraci rumori (Tasso)
4a. v.intr. (essere) LE fig., precedere, venire prima nel tempo: giorno chiaro, sereno | che precorre alla festa di tua vita (Leopardi)
4b. v.intr. (essere) LE fig., soddisfare una richiesta, un desiderio inespresso: La tua benignità | … al dimandar precorre (Dante)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.