rata

|ta
s.f.
av. 1348; dal lat. rata(m) sott. parte(m) “(parte) stabilita”, da ratus, p.pass. di rēri “stabilire, contare”.


1. AD ciascuna delle parti in cui viene divisa una somma da pagare dilazionata nel tempo, a scadenze prefissate: rata bimestrale, pagare la somma in dodici rate
2. TS comm. ognuna delle parti in cui viene frazionata una partita di merce da consegnare a scadenze diverse, spec. fisse: la prima rata della consegna

Polirematiche

a rate
loc.avv.
loc.agg.inv. CO
1a. loc.avv., con pagamento rateale: pagare a rate
1b. loc.avv., fig., fam., a piccole dosi: mangiare a rate
1c. loc.avv., un po’ alla volta, in tempi successivi: mi ha comunicato i suoi progetti a rate
2. loc.agg.inv., con pagamento rateale: pagamento, acquisto a rate
rata di un prestito
loc.s.f.
TS fin.
importo fisso o variabile che un debitore deve periodicamente versare per estinguere un debito entro un certo termine e che equivale solitamente alla somma della quota di ammortamento e degli interessi dovuti.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.