restituire

re|sti|tu|ì|re
v.tr.
1304-08; dal lat. restituĕre, comp. di re- con valore iter. e statuĕre “collocare”, con cambio di coniug.


AU
1a. dare indietro, rendere, far riottenere a qcn. un oggetto o un bene da questi ceduto in prestito, in custodia, in dono o a questi sottratto, rubato: restituire un libro a un amico, restituire il portafoglio a chi l’ha perso
1b. ridare la salute a qcn.
2. fig., ricambiare, contraccambiare: restituire un invito, un augurio, un favore
3a. CO ristabilire, reintegrare: restituire qcn. nella propria carica | reintegrare in una posizione giuridica, in una facoltà, in un diritto; rimettere in libertà
3b. CO ristabilire, rimettere qcn. in una particolare condizione psicologica, esistenziale: restituire la pace, la serenità a qcn.
3c. CO riportare alla condizione originaria; rimettere in buono stato manufatti e strutture, spec. rifacendosi a modelli originari: restituire un affresco all’originario splendore
4. CO sottoporre un testo a revisione critica; correggerne, emendarne i passi corrotti: restituire alle stampe la prima edizione di un testo
5. TS chim., industr. non com. => rigenerare
6. TS topogr. effettuare una restituzione fotogrammetrica
7. OB richiamare dall’esilio: restituire un esule alla propria patria
8. OB rifare dei danni
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.