rimedio

ri||dio
s.m.
av. 1292; dal lat. remĕdĭu(m), der. del tema di medēri “curare, medicare”.


AU
1. farmaco o cura capace di guarire, alleviare o prevenire un dolore o una malattia: rimedio contro il vaiolo
2. fig., mezzo o espediente per ovviare a una situazione critica, a un pericolo o a un danno: spero di trovare un rimedio alla mia inquietudine, lo sport è un ottimo rimedio contro la vecchiaia
3a. TS dir. ciascuno degli istituti e dei mezzi giuridici che la legge mette a disposizione del cittadino per la tutela dei propri diritti
3b. TS dir. nel diritto processuale, ciascuno dei mezzi di impugnazione che la legge mette a disposizione del cittadino per ottenere la riforma totale o parziale di un provvedimento giudiziario ritenuto ingiusto
4a. TS stor. quantità d’oro e d’argento che nel Medioevo le zecche potevano trattenere a titolo di compenso del costo di coniazione
4b. TS econ. approssimazione per eccesso o per difetto del peso o del titolo di una moneta rispetto al valore stabilito per legge

Polirematiche

correre ai rimedi
loc.v.
CO
correre ai ripari
porre rimedio
loc.v.
CO
rimediare
rimedio d’elezione
loc.s.m.
CO
quello più opportuno fra molti
rimedio eroico
loc.s.m.
TS farm.
medicamento molto energico usato solo in casi di estrema gravità | CO estens., provvedimento grave e carico di conseguenze.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.