ripugnare

ri|pu|gnà|re
v.intr. (avere)
1304-08 nell'accez. 2c; dal lat. repŭgnāre, comp. di re- “1contro” e pugnāre “combattere”.


1. CO suscitare profondo disgusto, ribrezzo o anche forte avversione: la vista del sangue mi ripugna, un odore che ripugna, questi pettegolezzi mi ripugnano
2a. LE resistere combattendo all’attacco di qcn.: poco ripugna quel; pur mentre more, … non fugge i colpi (Tasso)
2b. LE fig., fare resistenza, non acconsentire al volere, alle pretese altrui: in vano ella ripugna. Ella è promessa (D’Annunzio)
2c. LE estens., opporsi, dissentire da un’opinione, da una teoria, da una mentalità e sim.: al secol proprio vuolsi | non contraddir, non repugnar (Leopardi) | di qcs., essere in contrasto, in antitesi con un termine di riferimento: l’autoritade del filosofo … non repugna a la imperiale autoritade (Dante)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.