santuario

san|tu|à|rio
s.m.
sec. XIV; dal lat. sanctuarĭu(m) v. anche santo; nell’accez. 4 cfr. ingl. sanctuary.


CO
1a. luogo considerato sacro dai fedeli di un determinato culto o di una determinata religione, in quanto punto di manifestazione o di presenza privilegiata della divinità o di una potenza divina
1b. nella tradizione cristiana, chiesa che custodisce reliquie o immagini miracolose, o che sorge in un luogo venerato per gli eventi che vi sono accaduti: il santuario di Lourdes, di Loreto
2a. TS arch. parte della chiesa cristiana intorno all’altare destinata alle funzioni liturgiche
2b. TS arch. presso gli antichi ebrei, la parte più interna del tempio, inaccessibile ai profani
3. CO fig., luogo reale o ideale in cui si custodiscono i sentimenti più intimi: il santuario della memoria, della famiglia
4. CO estens., luogo protetto e inaccessibile, rifugio; sede inviolabile: il santuario della guerriglia, del potere
5. TS med. non com., qualsiasi recesso dell’organismo in cui si annidino germi che, in determinate condizioni, possono rendersi pericolosi
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.