sfumatura

sfu|ma||ra
s.f.
1666; cfr. fr. nuance.

CO
1a. passaggio graduale da un colore a un altro o da un tono a un altro dello stesso colore
1b. ciascuna delle varie tonalità di un determinato colore: una sfumatura di azzurro
2. TS CO pitt. accorgimento consistente nel rendere una gradazione delicata del chiaroscuro e il trapasso insensibile dei colori | la parte sfumata
3. TS mus. esecuzione vocale o strumentale che consiste nel passaggio graduale da una nota a un’altra
4. CO taglio corto realizzato con il rasoio, in cui i capelli risultano via via più corti fra il collo e la nuca: sfumatura alta, bassa
5. CO fig., differenza secondaria, marginale: sfumatura di significato
6a. CO fig., manifestazione poco evidente o lieve accenno di un sentimento o di uno stato d’animo, per lo più espressi con il tono della voce o l’espressione del volto: mi è sembrato di cogliere una sfumatura ironica nelle sue parole
6b. CO fig., traccia, segno minimo; manifestazione appena percettibile: in lei c’è ancora una sfumatura d’acerbo, questo vino ha una leggera sfumatura di fragola
7. TS tess. => ombreggiatura
8. TS chim. estrazione dell’olio essenziale dalla buccia degli agrumi che si effettua, dopo preventiva immersione in acqua calda, premendola contro un materiale spugnoso che assorbe il contenuto delle vescicole
9. TS alim. affumicatura di alimenti, spec. insaccati, carni, pesce, ecc.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità