tardigrado

tar||gra|do
s.m., agg.
1745; dal lat. tardĭgrădu(m), comp. di tardus “lento” e -gradus “-grado”, cfr. fr. tardigrade; nell’accez. 2 cfr. lat. scient. Tardigrada.


1a. agg. BU di animale, che procede con estrema lentezza
1b. s.m. BU chi è lento e goffo nel camminare, nell’agire
2. s.m. TS zool. piccolissimo invertebrato (ca. 1 mm) del phylum dei Tardigradi, vivente spec. tra muschi e licheni e resistente al disseccamento per poi riprendere l’attività quando le condizioni sono favorevoli | pl. con iniz. maiusc., phylum del gruppo degli Eumetazoi
3. s.m. OB TS zool. mammifero del raggruppamento dei Tardigradi | pl. con iniz. maiusc., raggruppamento della classe dei Mammiferi cui apparteneva la famiglia dei Bradipodidi
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità