tenia

|nia
s.f.
1452 nell'accez. 2b; dal lat. taenĭa(m), dal gr. tainía propr. “nastro, benda”, cfr. teínō “io tendo, io distendo”; nell’accez. 5 cfr. lat. scient. Taenia.


1. TS stor. benda con cui nell’antichità classica si cingeva il capo chi era ritenuto sotto la protezione delle divinità
2a. TS arch. modanatura che sporge leggermente dividendo due superfici di un muro
2b. TS arch. ciascuna delle tre fasce orizzontali dell’architrave
3. TS anat. => 3banda
4. CO verme parassita dell’uomo e degli animali domestici con corpo biancastro nastriforme, provvisto di uncini con cui si fissa alla parete intestinale | TS zool.com. nome comunemente dato ai vermi della classe dei Cestodi e spec. alla Taenia solium e alla Taenia saginata, parassiti dell’intestino tenue dell’uomo, il quale si infetta ingerendo spec. carne di maiale o carne bovina cruda o poco cotta in cui sono contenute le larve di tale animale
5. TS zool. verme del genere Tenia, parassita dei carnivori | con iniz. maiusc., genere della famiglia dei Tenidi cui appartengono oltre cento specie
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità