tentare

ten||re
v.tr.
av. 1306 nell'accez. 3; lat. tĕmptāre.


1. OB LE toccare leggermente: stesa oltre la mano, acciò che si svegliasse, il cominciò a tentare (Boccaccio)
2a. BU toccare qcs. per accertarsi della sua natura, consistenza, resistenza; tastare: tentare un terreno
2b. OB LE fig., interrogare qcn. cercando di conoscerne le intenzioni: tenta costui di punti lievi e gravi, | come ti piace, intorno de la fede (Dante)
3. FO nella morale cristiana, cercare di indurre al peccato: fu tentato dal demonio | cercare di indurre ad azioni o comportamenti moralmente riprovevoli; spingere a compiere qcs. di proibito: cercò di tentarlo con promesse di facili guadagni; tentare la rettitudine, l’innocenza di qcn., metterle alla prova | estens., allettare, invogliare: la tua proposta mi tenta; anche scherz.: questa torta mi tenta molto
4. FO cercare di conseguire uno scopo, di mettere in atto, di portare a buon fine qcs.: tentare la fuga, un’impresa; tentare un esame, sostenerlo senza essere ben preparati, nella speranza di passarlo ugualmente; anche ass.: tentar non nuoce! | sperimentare, provare qcs. in vista di un risultato: tentare una nuova terapia | tentare la sorte, la fortuna: fare un tentativo rischioso o azzardato per ottenere qcs.; puntare una somma al gioco con la speranza di ottenere una vincita

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità