tra-

tra–
pref.
lat. trans- “al di là, attraverso, oltre”; nell’accez. 2 con influsso del lat. intra “tra”.


1. in verbi e sostantivi o aggettivi deverbali di formazione latina o italiana esprime i valori al di là, oltre, da un punto a un altro: traghettare, trascendere, travalicare; trasformazione, cambiamento di stato, di condizione: tradurre, trascrivere, travestire, travolgere; attraverso, da parte a parte: trafiggere, traforare, trasudare; valore attenuativo: trasognare | in verbi parasintetici esprime i valori oltre, da un luogo a un altro: tramontare, travasare; cambiamento di stato, di condizione: tralignare, traviare; attraverso, da parte a parte: tracannare; superamento di un limite: traboccare; valore attenuativo: tramortire
2. in mezzo: tramezzo, traseminare; tra più cose: tralasciare, tramescolare, trascegliere; OB trarompere, interrompere, mozzare | davanti ad alcuni verbi di percezione, indica percezione poco chiara, incerta: traudire, travedere
3. oltre un limite: tracotante; OB davanti ad aggettivi ha valore accrescitivo: trabasso, trafreddo
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità