tutto

tùt|to
agg.indef., pron.indef., s.m.
1080; prob. lat. *tūttu(m), tūctu(m), da totus “intero” con influsso di cuncti, pl., “tutti”.

FO
I. agg.indef.
1a. riferito a un sostantivo o a un pronome singolare, indica un’intera quantità o estensione di spazio o di tempo: tutta la terra, ho mangiato tutto il gelato, percorreremo tutto il tragitto, ho ballato tutta la sera, la neve ha coperto tutta la regione | fig., riferito a stato d’animo, situazione e sim., ne indica l’interezza, la completezza: ho tutta la sua fiducia, metterci tutta la buona volontà, ha fatto tutto quello che poteva | studiare, conoscere tutto Kant, tutto Petrarca, l’intera opera di tali autori
1b. in funzione predicativa: la questione è tutta qui
1c. rafforzato da quanto o intero: ho dormito tutta quanta la notte, ho letto il libro tutto intero
1d. preceduto da a, compreso, incluso: devo leggere fino a tutto il quarto capitolo
1e. preceduto da con, malgrado, nonostante: con tutta la mia buona volontà non ce l’ho fatta
2a. riferito a un sostantivo plurale o collettivo, indica la totalità delle persone o delle cose prese in considerazione: tutti gli allievi, tutta la classe, considerare tutte le vie possibili di soluzione, ho già finito tutto il denaro | seguito o preceduto da un pronome personale plurale: noi tutti verremo, tutti voi siete invitati
2b. in funzione predicativa: i bambini sono tutti a scuola
2c. rafforzato da quanto o intero: la protesta si allargò a tutta quanta la comunità, la classe tutta intera è stata sospesa
2d. preceduto da con, nonostante: con tutti i problemi che ha è sempre allegro
2e. seguito dalla congiunzione e e da un numerale cardinale, indica un determinato numero di persone o di cose considerate nel loro complesso: ho mangiato tutti e tre i dolci, ho conosciuto tutti e due i fratelli | in costrutti ellittici: inventarle, pensarle, studiarle tutte, tutte le astuzie, le trovate possibili
3. riferito a un sostantivo plurale, ogni, qualunque: stanotte mi sono svegliata a tutte le ore, mi telefona tutte le settimane
4. con valore avv., seguito da un aggettivo, ha valore rafforzativo: ero tutta sola, aveva la camicia tutta macchiata; anche seguito da un avverbio o da un sostantivo: tutt’intorno c’è un giardino, è tutto il contrario di quello che pensavo | è tutto suo padre, gli somiglia moltissimo | tutto naso, bocca, gambe, ecc., che ha il naso, la bocca, le gambe, ecc., sproporzionati rispetto al resto del viso o del corpo | tutto casa e famiglia, tutto casa e ufficio, ecc., completamente dedito alla casa, alla famiglia, al lavoro, ecc. | tremo, rabbrividisco tutto, in tutta la persona
5. con valore avv., esclusivamente, soltanto: è tutto merito suo, è tutta colpa di Giovanni, è tutta un’invenzione
II. pron.indef.
1a. con valore indeterminato, ogni cosa: quello lì sa tutto, i ladri gli hanno rubato tutto, il tempo cancella tutto, pensa tu a tutto, sei tutto per me | tutto esaurito, per indicare che i posti disponibili in un teatro, uno stadio e sim., sono stati tutti venduti, non sono più disponibili; tutto compreso, senza alcuna spesa aggiuntiva
1b. loc.pragm. in loc.pragm. ecco tutto, questo è tutto, non c’è altro da aggiungere | e non è tutto, c’è dell’altro | tutto qui?, per esprimere delusione o insoddisfazione | o tutto o niente, per indicare la necessità di una scelta drastica, senza mediazioni o compromessi | tutto sta a, che, l’importante, l’essenziale è che: tutto sta a decidere, tutto sta che non ci siano problemi | a parte tutto, a prescindere dal resto, dalle altre cose
2. al pl., con valore indeterminato, tutte le persone: l’ho detto a tutti, non tutti sono d’accordo, tutti verranno alla festa, fermi tutti, tutti per uno, uno per tutti, contento tu, contenti tutti
III. s.m.
1. FO solo sing., l’intero, il totale, l’insieme: spedirò il tutto tra due giorni, ti riferirò il tutto a tempo debito, la parte per il tutto
2. BU l’elemento essenziale, la condizione fondamentale: il tutto è farsi valere
3. TS filos. spec. con iniz. maiusc., la totalità dell’essere

Polirematiche

a tutta birra
loc.avv.
CO
a tutto gas
a tutta forza
loc.avv.
CO
al massimo della forza, della potenza
a tutta prima
loc.avv.
CO
sul momento, inizialmente
a tutta prova
loc.agg.inv.
CO
che può essere sottoposto a qualunque prova: il tuo coraggio è a tutta prova
a tutta velocità
loc.avv.
CO
a tutto gas
a tutti gli effetti
loc.avv.
CO
da ogni punto di vista, in ogni aspetto, in tutte le sue funzioni: ormai è medico a tutti gli effetti | pienamente, completamente: una norma valida a tutti gli effetti
a tutti i costi
loc.avv.
CO
a qualsiasi condizione, in qualunque modo: cercare di ottenere qcs. a tutti i costi
a tutto andare
loc.avv.
CO
a tutto spiano
a tutto campo
loc.agg.inv.
1. TS sport spec. nel calcio, di gioco che spazia su tutto il campo, con riferimento alla capacità di un giocatore di ricoprire più ruoli | spec. nella pallacanestro, di difesa, attuata nella metà campo avversaria immediatamente dopo la rimessa in gioco della palla; anche loc.avv.: difendere a tutto campo
2. CO di ricerca, attività e sim., condotta a vasto raggio, con piena libertà, senza limitazioni: un’inchiesta a tutto campo
a tutto corso
loc.avv.
OB
di corsa
a tutto gas
loc.avv.
CO
a grande velocità, alla maggiore velocità possibile
a tutto servizio
loc.agg.inv.
CO
di persona, spec. collaboratrice domestica, che lavora in casa altrui a tempo pieno: domestica, donna a tutto servizio
a tutto sesto
loc.agg.inv.
TS arch.
che ha forma semicircolare: porta, finestra a tutto sesto
a tutto spiano
loc.avv.
CO
al massimo, il più possibile: lavorare, mangiare, spendere a tutto spiano
a tutto vapore
loc.avv.
CO
a tutto gas
a tutt’oggi
loc.avv.
CO
fino a oggi, compresa la giornata di oggi
andare per le mani di tutti
loc.v.
CO
di qcs., essere toccato da tutti; di libri e giornali, avere grande diffusione
andare su tutte le furie
loc.v.
CO
arrabbiarsi molto
anzi tutto
loc.avv.
var. => anzitutto.
arco a tutto sesto
loc.s.m.
TS arch.
a. la cui curvatura è un semicerchio avente il centro nel piano di imposta dell’arco stesso
avanti tutta
loc. di comando
TS mar.
ordine di andare avanti con la massima forza
averle tutte vinte
loc.v.
CO
venire accontentato in ogni desiderio: quel bimbo le ha tutte vinte dai genitori
bussare a tutte le porte
loc.v.
CO
chiedere sostegno, aiuto a tutti coloro che possono fornirlo.
calta di tutti i mesi
loc.s.f.
TS bot.com.
=> calendola.
con tutta l’anima
loc.avv.
CO
con sentimenti profondissimi, con intensa partecipazione emotiva: amare qcn. con tutta l'anima
con tutta probabilità
loc.avv.
CO
molto probabilmente: con tutta probabilità arriverò domani
con tutte le forze
loc.avv.
CO
impiegando tutte le proprie energie, mettendocela tutta: combattere con tutte le forze
con tutti i crismi
loc.avv.
CO
in piena regola, attenendosi alle regole stabilite, alle prescrizioni: organizzare un ricevimento con tutti i crismi
con tutti i sacramenti
loc.avv.
CO
con tutti i crismi
con tutto che
loc.cong.
var. => contuttoché
con tutto ciò
loc.cong.
CO
nonostante ciò, tuttavia
con tutto comodo
loc.avv.
CO
con molta calma: finisci il tuo lavoro con tutto comodo, io posso aspettare
con tutto il cuore
loc.avv.
CO
con tutta l'anima
con tutto questo
loc.cong.
CO
con tutto ciò
da per tutto
loc.avv.
LE
var. => dappertutto
da tutti i giorni
loc.agg.inv.
CO
che si può usare tutti i giorni, normalmente, perché non particolarmente elegante o pregiato: abito da tutti i giorni, un servizio di piatti da tutti i giorni
darle tutte vinte
loc.v.
CO
permettere qualsiasi capriccio, cedere a ogni richiesta: i nonni gliele danno tutte vinte.
del tutto
loc.avv.
CO
assolutamente, interamente, completamente: è del tutto contraria, è impazzito del tutto
di tutti i colori
loc.agg.inv.
CO
di ogni sorta, riferito spec. a esperienze, fatti e sim., negativi, inusitati o sorprendenti: dirne, farne di tutti i colori, passarne di tutti i colori
di tutti i giorni
loc.agg.inv.
CO
di qcs., che accade o si ripete quotidianamente; solito, comune: il traffico è cosa di tutti i giorni, questa non è cosa di tutti i giorni
di tutto
loc.pron.
CO
qualsiasi cosa: fare, dire, mangiare di tutto
di tutto cuore
loc.avv.
CO
con piena disponibilità, molto volentieri: accetto di tutto cuore | sinceramente: ti ringrazio di tutto cuore
di tutto punto
loc.avv.
CO
perfettamente, molto accuratamente, in ogni particolare: vestirsi di tutto punto
di tutto rispetto
loc.agg.inv.
CO
molto apprezzabile, degno di notevole considerazione: un risultato di tutto rispetto
diventare di tutti i colori
loc.v.
CO
mostrare grande turbamento, agitarsi in modo vistoso per rabbia, vergogna e sim.
donare tutto se stesso
loc.v.
CO
dedicarsi con amore e impegno: ha donato tutto se stesso alla famiglia, alla ricerca.
dopo tutto
loc.avv.
CO
var. => dopotutto.
finire sulla bocca di tutti
loc.v.
CO
essere sulla bocca di tutti.
giocare tutte le proprie carte
loc.v.
CO
sfruttare tutte le proprie possibilità, i propri mezzi.
il tutto per tutto
loc.s.m.
CO
il massimo, ogni cosa, tutto ciò che si possiede: tentare, rischiare il tutto per tutto
in tutta amicizia
loc.avv.
CO
in via del tutto amichevole
in tutta coscienza
loc.avv.
CO
sinceramente, onestamente: in tutta coscienza non me la sento di decidere per lui
in tutta fretta
loc.avv.
CO
molto rapidamente, frettolosamente: allontanarsi, andarsene in tutta fretta
in tutta libertà
loc.avv.
CO
senza soggezione, con tranquillità: parlare in tutta libertà
in tutta onestà
loc.avv.
CO
in modo onesto e franco, con completa onestà e sincerità
in tutta segretezza
loc.avv.
CO
molto segretamente
in tutta sincerità
loc.avv.
CO
in tutta onestà
in tutte le salse
loc.avv.
CO
in tutti i modi, in molti modi diversi: te l'ho spiegato in tutte le salse
in tutti gli angoli
loc.avv.
CO
dappertutto, per ogni dove: cercare qcs. in tutti gli angoli
in tutti i casi
loc.avv.
CO
in ogni caso
in tutti i modi
loc.avv.
CO
in ogni modo
in tutti i sensi
loc.avv.
CO
in ogni senso
in tutto
loc.avv.
CO
in totale, complessivamente: c’erano venti persone in tutto, in tutto, devi diecimila lire
in tutto e per tutto
loc.avv.
CO
assolutamente, perfettamente: sono uguali in tutto e per tutto
indietro tutta
loc. di comando
TS mar.
ordine di far retrocedere la nave con la massima potenza.
innanzi tutto
loc.avv.
var. => innanzitutto
mandare su tutte le furie
loc.v.
CO
indiavolare
mangiarsi tutto
loc.v.
CO
vendersi la camicia
montare su tutte le furie
loc.v.
CO
andare su tutte le furie.
non avere tutti i torti
loc.v.
CO
avere ragione: non avere tutti i torti nel dire, nel fare qcs.
oltre tutto
loc.avv.
var. => oltretutto.
per tutta risposta
loc.avv.
CO
come unica reazione, spec. con riferimento a qcs. di inaspettato: per tutta risposta lasciò l’assemblea
per tutti
loc.agg.inv.
CO
di spettacolo, pubblicazione, ecc., adatto anche ai bambini e ai ragazzi
per tutti i diavoli
loc.inter.
CO
per esprimere rabbia, stizza o anche stupore, meraviglia
per tutto il tempo
loc.avv.
CO
continuativamente, sempre: al cinema un maleducato ha parlato per tutto il tempo
per tutto l’oro del mondo
loc.avv.
CO
per nessun motivo: non cambierei casa per tutto l'oro del mondo
prendere il dito con tutta la mano
loc.v.
CO
approfittare di qcn., della sua disponibilità
prima di tutto
loc.avv.
CO
anzitutto: prima di tutto pensiamo al lavoro
pronto a tutto
loc.agg.
CO
di qcn., disposto a qualunque prova o a qualunque bassezza pur di raggiungere un risultato
puntare tutto
loc.v.
CO
impegnarsi con tutte le forze, anche affrontando rischi, per ottenere qcs.: ha puntato tutto su quel concorso.
raccomandarsi a tutti i santi
loc.v.
CO
cercare disperatamente aiuto o protezione.
regolazione tutto o niente
loc.s.f.
TS tecn.
operazione durante la quale una grandezza fisica può assumere o un determinato valore (tutto), oppure il valore zero (niente).
sparare tutte le cartucce
loc.v.
CO
tentare di riuscire con tutti i mezzi a propria disposizione.
sprizzare salute da tutti i pori
loc.v.
CO
godere di ottima salute.
su tutta la linea
loc.avv.
loc.agg.inv. CO loc.avv., in modo totale e definitivo: fallire su tutta la linea | loc.agg.inv., pieno, definitivo, totale: sconfitta, vittoria su tutta la linea
su tutti i fronti
loc.avv.
CO
loc.agg.inv. CO su tutta la linea
tentare il tutto per tutto
loc.v.
CO
giocare l'ultima carta
tutta fiata
loc.avv.
var. => tuttafiata
tutt’a un tratto
loc.avv.
CO
a un tratto
tutta volta
loc.cong.
loc.avv., var. => tuttavolta
tutt’al più
loc.avv.
var. => tuttalpiù
tutt’altro
loc.agg.
loc.pron., loc.avv. CO loc.agg., completamente diverso: essere di tutt’altro parere | loc.pron., tutta un’altra cosa, tutta un’altra faccenda: la teoria è una cosa, la pratica è tutt’altro | loc.avv., in formule di cortesia, al contrario, anzi:
tutt’altro che
loc.avv.
CO
preposto a un aggettivo, indica il suo contrario: tutt’altro che brutto, tutt’altro che magro
tutte le volte che
loc.cong.
CO
ogniqualvolta
tutti i giorni
loc.avv.
CO
molto spesso, sempre
tutti i santi
loc.s.m.inv.
CO
ognissanti
tutto che
loc.cong.
var. => tuttoché
tutto considerato
loc.avv.
CO
in fondo, in fin dei conti, alla fine: tutto considerato, avevi ragione tu
tutto dì
loc.avv.
var. => tuttodì
tutto d’un colpo
loc.avv.
CO
improvvisamente, di colpo: tutto d'un colpo me lo sono trovato davanti
tutto d’un fiato
loc.avv.
CO
in un volta sola, in un fiato: bere un bicchiere di vino tutto d’un fiato | fig., senza interruzioni, molto rapidamente: leggere un libro tutto d’un fiato
tutto d’un pezzo
loc.agg.inv.
CO
di qcn., estremamente coerente e rigoroso, che non cede mai a compromessi: è un uomo tutto d’un pezzo
tutto esaurito
loc.s.m.
CO
pienone
tutto fare
loc.agg.inv.
var. => tuttofare
tutto il tempo
loc.avv.
CO
per tutto il tempo
tutto in un colpo
loc.avv.
CO
tutto d’un fiato
tutto in una volta
loc.avv.
CO
tutto d’un fiato
tutto muscoli
loc.agg.inv.
CO
di qcn., che possiede molta forza fisica ma che dimostra scarsa intelligenza
tutto ossa
loc.agg.
CO
magrissimo, pelle e ossa
tutto pepe
loc.agg.inv.
CO
di qcn., molto vivace, brillante, dinamico: una ragazza tutta pepe
tutto sommato
loc.avv.
CO
tutto considerato
tutto tondo
loc.s.m.inv.
var. => tuttotondo
tutto un programma
loc.agg.inv.
CO
di qcs., che è particolarmente significativo, che costituisce una chiara indicazione di ciò che una persona è o farà o di come si svolgeranno i fatti: il suo comportamento è tutto un programma
tutt’occhi
loc.agg.inv.
CO
molto attento, che guarda, osserva con estrema attenzione
tutt’ora
loc.avv.
BU
var. => tuttora
tutt’orecchi
loc.agg.inv.
CO
molto attento, pronto ad ascoltare con la massima attenzione: racconta, sono tutt’orecchi!
tutt’uno
loc.s.m.
CO
un insieme unico e compatto, una cosa sola, un’unica entità: essere, fare tutt’uno.
una volta per tutte
loc.avv.
CO
per sempre, definitivamente, con riferimento a qcs. detto o stabilito senza possibilità di revoca: ti voglio avvertire una volta per tutte
vedere tutto nero
loc.v.
CO
vedere nero.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.