variabilità

va|ria|bi|li|
s.f.inv.
1640;


1. CO l’essere variabile: la variabilità del tempo, variabilità d’umore
2. TS mat. proprietà di una grandezza che può variare assumendo i diversi valori di un insieme numerico
3. TS stat. attitudine di un fenomeno ad assumere diverse modalità quantitative
4. TS biol. caratteristica di tutte le specie viventi dovuta alle numerose possibilità di combinazioni genetiche, per cui un individuo presenta caratteri suoi propri che lo differenziano dagli altri della stessa specie

Polirematiche

campo di variabilità
loc.s.m.
1. TS stat. la differenza tra il valore massimo e il valore minimo di un insieme di dati
2. TS mat. insieme dei valori della variabile dipendente
indice di variabilità
loc.s.f.
TS stat.
i. che esprime la disuguaglianza di un insieme di valori presi in esame
variabilità ambientale
loc.s.f.
TS biol.
parte della variabilità fenotipica che può essere attribuita alle differenze di ambiente tra gli individui
variabilità fenotipica
loc.s.f.
TS biol.
differenziazione dei caratteri somatici o psichici espressa dallo stesso genoma in ambienti diversi (ad es. tra gemelli omozigoti)
variabilità genetica
loc.s.f.
TS biol.
modifica della frequenza con cui si riscontra l’allele di un particolare gene in una popolazione rispetto a un’altra dovuta alla presenza di alleli diversi nello stesso locus.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità