Risultato della ricerca

Abbiamo trovato 84 parole che corrispondono alla tua ricerca.
  • farsi 
    (v.pronom.intr. e tr., s.m.) CO 1a. v.pronom.intr., con valore copulativo, diventare: il cielo si sta facendo scuro; ormai si …

Polirematiche
  • andare a farsi friggere (loc.v.) andare al diavolo…
  • andare a farsi benedire (loc.v.) andare al diavolo…
  • andare a farsi fottere (loc.v.) volg., espressione ingiuriosa, spec. all'imperativo: vai a farti fottere!…
  • farsi la barba (loc.v.) radersi…
  • farsi sotto (loc.v.) farsi avanti…
  • farsi beffe (loc.v.) beffarsi: farsi beffe di qcn.…
  • farsi ombra (loc.v.) ripararsi dalla luce del sole: farsi ombra con un parasole…
  • farsi scudo (loc.v.) usare come protezione: farsi scudo con le braccia; anche fig.: farsi scudo dei propri principi…
  • farsi un baffo (loc.v.) colloq., non importare affatto: mi faccio un baffo delle sue obiezioni…
  • farsi dal nulla (loc.v.) riuscire ad avanzare socialmente o professionalmente partendo da condizioni modeste…
  • farsi il culo (loc.v.) volg., stancarsi, affaticarsi moltissimo…
  • farsi da sé (loc.v.) realizzarsi spec. professionalmente senza l'aiuto di nessuno…
  • farsi forte (loc.v.) usare a proprio vantaggio, avvalersi: farsi forte della propria autorità…
  • farsi il segno della croce (loc.v.) con riferimento al valore simbolico del gesto, come formula di augurio o di scongiuro …
  • farsi largo (loc.v.) avanzare aprendosi un passaggio: farsi largo tra la folla | fig., andare avanti, spec. nella …
  • farsi notte (loc.v.) fare notte…
  • farsi un'idea (loc.v.) conoscere, valutare qcs. nei suoi aspetti generali: farsi un'idea del lavoro da svolgere…
  • farsi aspettare (loc.v.) di qcs., tardare a venire, non verificarsi nel momento o nel periodo previsto: la bella stagione …
  • farsi delle idee (loc.v.) illudersi rispetto ai sentimenti o alla disponibilità di qcn.…
  • farsi un nome (loc.v.) diventare conosciuto e stimato: farsi un nome nella critica d'arte…
  • farsi bello (loc.v.) 1. curare il proprio aspetto 2. fig., vantarsi, pavoneggiarsi: farsi bello di qcs., farsi bello con …
  • farsi saltare le cervella (loc.v.) colloq., uccidersi con un colpo di arma da fuoco…
  • farsi un cruccio (loc.v.) assumere come particolare fonte di preoccupazione o dispiacere, crucciarsi: si fa un cruccio di …
  • farsi desiderare (loc.v.) 1. essere poco disponibile a un incontro, a un contatto e sim. 2. farsi aspettare…
  • farsi prendere la mano (loc.v.) 1. CO lasciarsi prendere la mano 2. TS equit. del fantino, non riuscire a controllare il cavallo…
  • farsi strada (loc.v.) farsi largo…
  • farsi vedere (loc.v.) 1a. mostrarsi, apparire: si fa vedere di rado da queste parti; estens., colloq., farsi vivo: fatti …
  • farsi gioco (loc.v.) prendersi gioco…
  • farsi una ragione (loc.v.) rassegnarsi; capacitarsi: non riesco ancora a farmi una ragione del suo comportamento…
  • farsi i capelli (loc.v.) colloq., tagliare, acconciare, mettere in piega i capelli: sono andata dal parrucchiere a farmi i …
  • farsi le unghie (loc.v.) 1. tagliarsi, limarsi e curarsi le unghie 2. del gatto, affilarsi le unghie…
  • farsi onore (loc.v.) riuscire bene, dare prova della propria abilità o valore in un determinato campo: farsi onore al …
  • farsi un obbligo (loc.v.) ritenersi, sentirsi obbligato: mi feci un obbligo di andarlo a trovare…
  • farsi avanti (loc.v.) 1. avvicinarsi 2. fig., proporsi, spec. per un incarico 3. fig., cercare di affermarsi, di mettersi …
  • farsi conoscere (loc.v.) acquistare notorietà: con quel romanzo si è fatto conoscere presso il grande pubblico | scherz., …
  • farsi coraggio (loc.v.) infondersi coraggio, sicurezza…
  • farsi da parte (loc.v.) 1. spostarsi da un lato, ritrarsi: lasciate passare, fatevi da parte 2. fig., ritirarsi da una …
  • farsi furbo (loc.v.) scaltrirsi | colloq., ma fatti furbo, per invitare qcn. a non dire sciocchezze o a comportarsi …
  • farsi male (loc.v.) procurarsi un danno fisico, ferirsi: ti sei fatto male?, farsi male a un ginocchio…
  • farsi un problema (loc.v.) farsene dei problemi…
  • farsi valere (loc.v.) di qcn., dimostrare il proprio valore | farsi sentire…
  • farsi aria (loc.v.) muovere l'aria davanti al proprio viso per facilitare la respirazione o per rinfrescarsi…
  • farsi il mazzo (loc.v.) volg., farsi il culo…
  • farsi la guerra (loc.v.) 1. rec., combattersi 2. fig., rec., osteggiarsi, tentare di sopraffarsi…
  • farsi riconoscere (loc.v.) comportarsi in modo da essere notato, spec. per le proprie cattive abitudini…
  • farsi sentire (loc.v.) 1. sostenere, difendere con forza le proprie ragioni 2. colloq., dare notizie di sé; mettersi in …
  • farsi giorno (loc.v.) impers., fare giorno…
  • farsi le ossa (loc.v.) fare pratica, fare esperienza spec. in ambito lavorativo…
  • farsi piccolo (loc.v.) rannicchiarsi, raggomitolarsi spec. per proteggersi o per nascondersi…
  • farsi vivo (loc.v.) di qcn., comparire o dare notizie di sé, spec. dopo lungo tempo.…
  • da farsi (loc.s.m.) ciò che è più opportuno fare in una determinata situazione: decidere sul da farsi…
  • farsi del male (loc.v.) procurarsi un danno, spec. morale…
  • farsi il sangue cattivo (loc.v.) guastarsi il sangue…
  • farsi in là (loc.v.) farsi da parte…
  • farsi scrupolo (loc.v.) preoccuparsi, avere scrupolo: farsi scrupolo di avvertire…
  • farsi vento (loc.v.) farsi aria…
  • farsi animo (loc.v.) farsi coraggio…
  • farsi carico (loc.v.) assumere su di sé un onere, una responsabilità e sim.: farsi carico del mantenimento dei figli…
  • farsi dei problemi (loc.v.) 1. preoccuparsi eccessivamente 2. esitare per timore di disturbare: non farti dei problemi, …
  • farsi forza (loc.v.) 1. cercare di sopportare le avversità, di avere coraggio: fatti forza, non lasciarti andare così! …
  • farsi parte diligente (loc.v.) preoccuparsi, impegnarsi particolarmente affinché qcs. abbia esito positivo…
  • farsi rispettare (loc.v.) fare la propria volontà | non tollerare offese, soprusi, atti di maleducazione…
  • farsi sera (loc.v.) fare sera…
  • farsi in quattro (loc.v.) darsi da fare, impegnarsi molto: farsi in quattro per finire in tempo…
  • farsi tirare (loc.v.) 1. CO colloq., lasciarsi allettare 2. TS sport nelle corse ciclistiche e motoristiche, accodarsi a …
  • mandare a farsi benedire (loc.v.) mandare al diavolo…
  • mandare a farsi friggere (loc.v.) colloq., mandare al diavolo…
  • non farsi niente (loc.v.) non farsi male: il bambino è caduto ma non si è fatto niente…
  • rifarsi gli occhi (loc.v.) vedere, contemplare qcs. di bello: rifarsi gli occhi con un magnifico panorama…
  • rifarsi l'occhio (loc.v.) rifarsi gli occhi…
  • rifarsi lo stomaco (loc.v.) mangiare o bere qcs. di particolarmente buono | assumere una bevanda, un farmaco e sim. per …
  • rifarsi una vita (loc.v.) ritornare a vivere normalmente o serenamente dopo un periodo di profonda crisi: dopo il divorzio è …
  • rifarsi la bocca (loc.v.) togliere dal palato un cattivo sapore, mangiando qcs. di buono: dopo la medicina mi sono rifatto la …
  • farsi frate (loc.v.) prendere i voti …
  • farsi mantenere (loc.v.) vivere alle spalle …
  • farsi di brace (loc.v.) imporporarsi …
  • farsi monaca (loc.v.) monacarsi …
  • farsi monaco (loc.v.) monacarsi …
  • farsi gli affari propri (loc.v.) disinteressarsi, fregarsene. …
  • farsi uomo (loc.v.) incarnarsi …
  • farsi suora (loc.v.) prendere il velo …
  • farsi prete (loc.v.) prendere i voti …
  • farsi una pera (loc.v.) siringarsi …


Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.