Risultato della ricerca

Abbiamo trovato 36 parole che corrispondono alla tua ricerca.
  • uscire 
    (v.intr.) FO 1. andare, venire fuori da un ambiente chiuso o comunque da un’area circoscritta, spec. con …

Polirematiche
  • entrare da un orecchio e uscire dall'altro (loc.v.) essere immediatamente dimenticato, non rimanere impresso nella memoria perché ritenuto di …
  • uscire dai gangheri (loc.v.) colloq., perdere la pazienza, arrabbiarsi: con le tue affermazioni mi hai fatto proprio uscire dai …
  • uscire dai binari (loc.v.) allontanarsi da una linea di condotta stabilita o comunemente accettata…
  • uscire dall'ordinario (loc.v.) essere originale, fuori dal comune: una persona interessante, che esce dall'ordinario…
  • uscire di strada (loc.v.) di veicolo, finire fuori dalla carreggiata, spec. dopo una sbandata, un incidente e sim.: …
  • uscire dal cuore (loc.v.) di qcs., essere profondamente sincero e sentito: parole che escono dal cuore…
  • uscire dall'ospedale (loc.v.) di paziente, essere dimesso…
  • uscire dalla porta e rientrare dalla finestra (loc.v.) ritornare di attualità dopo essere stato escluso o accantonato: una moda, un progetto che …
  • uscire di mente (loc.v.) di qcs., essere dimenticato: mi è uscito di mente il titolo del film…
  • uscire dal guscio (loc.v.) u. dal proprio ambiente abituale acquistando disinvoltura, esperienza del mondo…
  • uscire dal gregge (loc.v.) distinguersi dalla massa…
  • uscire di bocca (loc.v.) di parola, frase, ecc., essere pronunciato senza volere, sfuggire inavvertitamente…
  • uscire di squadra (loc.v.) di qcs., scostarsi dalla norma, dall'ordine | di qcn., uscire dai gangheri…
  • uscire di tono (loc.v.) stonare | fig., essere intontito…
  • uscire dalle rotaie (loc.v.) di treno, deragliare | fig., di persona o comportamento, deviare dalla retta via, non stare alle …
  • uscire di carreggiata (loc.v.) deviare dal cammino prefissato, dal programma stabilito…
  • uscire di testa (loc.v.) colloq., impazzire…
  • uscire dall'anonimato (loc.v.) 1. rivelare apertamente la propria identità 2. acquistare notorietà: con l'ultimo suo film è …
  • uscire insieme (loc.v.) fam., avere una relazione amorosa, essere fidanzati: escono insieme da diverso tempo…
  • uscire dal gruppo (loc.v.) uscire dal gregge…
  • uscire dal seminato (loc.v.) scostarsi dall'argomento da trattare, divagare…
  • uscire con la testa rotta (loc.v.) risultare perdente, avere la peggio in un contrasto, in una discussione, ecc. …
  • uscire dalla vita (loc.v.) morire…
  • uscire di penna (loc.v.) spec. di errore, venire scritto per distrazione: m'è uscito di penna uno strafalcione…
  • uscire di senno (loc.v.) impazzire…
  • uscire di scena (loc.v.) di attore, abbandonare, momentaneamente o definitivamente, le scene | fig., ritirarsi dopo avere …
  • uscire dagli occhi (loc.v.) di qcs., essere visto o sperimentato in abbondanza fino a provarne fastidio…
  • uscire dal solco (loc.v.) uscire dal seminato…
  • uscire di cervello (loc.v.) scherz., impazzire…
  • uscire con la punta (loc.v.) nella scherma, andare fuori bersaglio senza toccare il corpo dell'avversario…
  • uscire dalle orecchie (loc.v.) essere stato ascoltato fino alla noia: le sue lamentele mi escono dalle orecchie …
  • uscire dai ranghi (loc.v.) comportarsi contrariamente alle norme o alle direttive ricevute…
  • uscire dalle grinfie (loc.v.) liberarsi dal potere, dalle prepotenze di qcn.…
  • uscire di sé (loc.v.) perdere il controllo di sé; infuriarsi…
  • uscire un righino (loc.v.) ricomporre le linee di fondo a un paragrafo in modo che risulti un righino in più.…


Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.