annullare

an|nul||re
v.tr.
av. 1342; dal lat. tardo adnūllāre, comp. di ad- con valore raff. e nullus “nessuno”.


AU
1a. rendere nullo, privare di validità, spec. per irregolarità o vizi di forma: annullare un contratto, un testamento, le elezioni, un gol | disdire, cancellare: a un appuntamento, un viaggio
1b. timbrare o segnare valori bollati, biglietti e sim., impedendo che siano utilizzati un’altra volta: annullare un francobollo, annullare un biglietto di viaggio
2. privare di forza e di efficacia, vanificare: annullare gli effetti di un farmaco; annullare gli sforzi dell’avversario
3. ridurre al nulla, annientare: la morte annulla ogni sofferenza
4. TS mat. ridurre a zero, uguagliare a zero: annullare un’espressione, annullare un polinomio
5. TS giochi nel biliardo, togliere dal campo di gioco una bilia già tirata o privare il giocatore di una bilia non ancora tirata
6. OB destituire
7. LE considerare privo di importanza, disprezzare: sprezzano, avviliscono e annullano … i poeti (Boccaccio)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità