apposizione

ap|po|ṣi|zió|ne
s.f.
1531 nell'accez. 2; dal lat. appositiōne(m), v. anche apporre, cfr. sup. lat. appositum.


1. CO l’apporre: apposizione di una firma
2. TS gramm. sostantivo o sintagma nominale posto accanto a un altro per determinarlo (per es. il re Enrico VIII)
3. TS bot. accrescimento della parete cellulare dovuto a deposito di sostanze sulla superficie esterna di uno strato di parete preesistente, spec. cellulosa
4. TS anat. contatto fra superfici o strutture anatomiche adiacenti

Polirematiche

apposizione dei sigilli
loc.s.f.
TS dir.
nei procedimenti relativi all’apertura delle successioni, provvedimento cautelare disposto dal pretore per assicurare che i beni non vengano manomessi fino alla loro inventariazione.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità