cadere

ca||re
v.intr., s.m. (essere)
av. 1257 nell'accez. 4; lat. *cadēre, var. di cadĕre.


FO
1a. v.intr., scendere, precipitare dall’alto verso il basso portato dal proprio peso: cadere nel vuoto, cadere a, in, per terra, cadere dal tetto, cadere di, da cavallo, gli è caduta una tegola in testa, cadere a testa in giù | di qcn., finire a terra per aver perso l’equilibrio o il sostegno stando in piedi, camminando, ecc.: il bimbo piange perché è caduto, cadere sciando, si scivola: attento a non cadere, cadere bene, male, a seconda delle conseguenze della caduta: è caduto male e si è slogato un polso
1b. v.intr., di fenomeni atmosferici e sim., scendere dal cielo: cade la neve, la pioggia, la grandine; del fulmine, abbattersi, scaricarsi: un fulmine è caduto sull’albero e lo ha incenerito
1c. v.intr., staccarsi naturalmente: in autunno cadono le foglie, l’intonaco cade dal soffitto; mi cadono i capelli, non gli sono ancora caduti i denti da latte
1d. v.intr., di qcn., buttarsi, lasciarsi andare: cadere in ginocchio, cadere stanco sul letto | fig., cadere dal sonno, dalla stanchezza, iperb., non reggersi in piedi per il sonno, per la stanchezza
1e. v.intr., fig., morire in combattimento: cadere in battaglia, sul campo
2a. v.intr., crollare: è caduto il campanile, un cornicione
2b. v.intr., fig., di governo, regime, dinastia e sim., essere rovesciato: la dittatura è caduta | di città, essere espugnata o costretta alla resa
2c. v.intr., fig., di qcn., fallire a una prova: cadere agli esami, ha passato lo scritto, ma è caduto all’orale | di spettacolo, non avere successo, fare fiasco: il dramma è caduto dopo poche rappresentazioni
3a. v.intr., di qcs., pendere, scendere: i capelli le cadevano sulle spalle; di abito: cadere bene, male, stare bene o male indosso
3b. v.intr., fig., calare: cade la notte, cadono le tenebre | cessare: il vento è caduto | LE del sole o di altri astri, tramontare
3c. v.intr. FO fig., venire meno, finire, terminare: sono cadute tutte le accuse, è caduta ogni speranza | esaurirsi, languire: il dibattito, la conversazione cadde rapidamente
3d. v.intr. CO di comunicazione telefonica o collegamento radiotelevisivo, interrompersi per un guasto, un’interferenza e sim.: è caduta la linea
4a. v.intr. FO fig., passare da uno stato a un altro peggiore, venirsi a trovare in una situazione negativa: cadere in miseria, in disgrazia; cadere in un tranello, in un’imboscata; cadere in un equivoco, cadere nell’eccesso opposto; cadere in disuso, in oblio; anche con complemento predicativo: cadere prigioniero, malato
4b. v.intr. FO fig., scadere: il romanzo cade nel finale; cadere nel volgare, nel generico
5. v.intr. FO fig., di qcs. di negativo, sopravvenire, abbattersi su qcn. o qcs.: mi è caduta questa disgrazia tra capo e collo, le colpe dei padri cadranno sui figli
6a. v.intr. FO venirsi a trovare: le cose che cadono sotto i nostri occhi
6b. v.intr. FO fig., di accento, collocarsi per regola: l’accento cade sull’ultima sillaba
6c. v.intr. FO volgersi, spec. per caso: mi è caduto l’occhio su quella frase | andare a finire, vertere: la scelta è caduta sulla persona giusta, il discorso cadde sulle vacanze
6d. v.intr. FO capitare, ricorrere: quest’anno il Natale cade di domenica
7. v.intr. BU fig., accadere: mi cadde negli scritti miei di toccarne più d’una volta (Tommaseo) | LE trovarsi, presentarsi: tanto affetto quanto può mai cadere in anima viva (Leopardi)
8. v.intr. BU rientrare, essere compreso: azione che cade sotto le competenze di qcn.
9. v.intr. TS gramm. non com., uscire, terminare: verbi che cadono in -are
10. s.m. CO solo sing.: il cadere della pioggia; al cader della notte, del sole; al cader delle foglie

Polirematiche

cadere a, in pezzi
loc.v.
CO
di qcs., essere rovinato, rotto, decrepito: la mia macchina cade a pezzi; fig., andare in rovina
cadere come una pera cotta
loc.v.
CO
cascare come una pera cotta
cadere dal cielo
loc.v.
CO
spec. in espressioni negative, di qcs., essere concessa facilmente o gratuitamente: datti da fare, il diploma non cade mica dal cielo!, non aspettare che il lavoro cada dal cielo
cadere dal letto
loc.v.
CO
cascare dal letto
cadere dalle nuvole
loc.v.
CO
stupirsi moltissimo, non capacitarsi di qcs. che è accaduto: quando gliel’ho detto, è caduto dalle nuvole
cadere in basso
loc.v.
CO
perdere ricchezze, prestigio; scadere moralmente
cadere in contraddizione
loc.v.
CO
contraddirsi: durante l'interrogatorio è caduto in contraddizione più volte
cadere in errore
loc.v.
CO
sbagliare, commettere una colpa
cadere in piedi
loc.v.
CO
uscire bene da una situazione pericolosa
cadere in prescrizione
loc.v.
CO
prescriversi
cadere le braccia
loc.v.
CO
per indicare che qcs. scoraggia e infastidisce profondamente: queste stupide storie mi fanno cadere le braccia
cadere nel vuoto
loc.v.
CO
di parole, proposte e sim., non essere ascoltate, non avere seguito.
cadere nelle grinfie
loc.v.
CO
cadere nelle mani
cadere nelle maglie
loc.v.
CO
di qcn., essere irretito, restare vittima di un inganno o di una trappola: i rapinatori sono caduti nelle maglie della giustizia
cadere nelle mani
loc.v.
CO
essere sotto il controllo, trovarsi in potere di qcn.: le armi sono cadute nelle mani dei terroristi
far cadere dall’alto
loc.v.
CO
concedere qcs. con sufficienza e ostentata superiorità
lasciare cadere
loc.v.
CO
non dare seguito a qcs.: lasciare cadere il discorso, un invito
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità