giudizio

giu||zio
s.m.
av. 1294; lat. iudĭcĭu(m), der. di iudex, iudicis “giudice”.


FO
1. affermazione che, superando la semplice constatazione di un fatto, esprime un’opinione, una valutazione: un giudizio avventato, negativo, positivo; esprimere liberamente il proprio giudizio, non preoccuparsi del giudizio altrui; a mio, a tuo giudizio: secondo il mio, il tuo parere
2. facoltà individuale di giudicare, di valutare | discernimento, senno: sei proprio senza giudizio!, l’età del giudizio
3. TS filos. operazione logica che connette, affermativamente o negativamente, un soggetto con un predicato
4a. TS dir. processo: giudizio civile, penale, tributario
4b. TS dir. nel procedimento penale: parte che comprende il dibattimento, la trattazione della causa e la deliberazione dei giudici
4c. TS dir. estens., sentenza, verdetto dei giudici: emettere giudizio di assoluzione
5. CO decisione, sentenza spec. di una commissione, di una giuria: il giudizio dei commissari è stato unanime
6. CO per anton., anche con iniz. maiusc., il giudizio universale: il giorno del giudizio | TS arte rappresentazione iconografica di tale avvenimento: il G. di Michelangelo
7. TS scol. nelle scuole dell’obbligo, valutazione scolastica espressa con un breve testo
8. TS giochi => angelo
9. OB giustizia, equità

Polirematiche

andare al giorno del giudizio
loc.v.
CO
di qcs., non finire mai
avverbio di giudizio
loc.s.m.
TS gramm.
a. che, affermando o negando, presenta come probabile o improbabile un evento (per es. certamente, sicuramente, neanche, neppure)
chiamare in giudizio
loc.v.
TS dir.
=> citare
chiamata in giudizio
loc.s.f.
TS dir.
atto con cui si determina l’intervento di un soggetto in un giudizio
comparire in giudizio
loc.v.
TS dir.
presentarsi come parte in un processo.
contendere in giudizio
loc.v.
TS dir.
essere parte di una causa civile.
costituirsi in giudizio
loc.v.
TS dir.
in un processo civile, compiere gli atti procedurali richiesti per entrare in giudizio come parte
costituzione in giudizio
loc.s.f.
TS dir.
l’atto con cui la parte si presenta per la prima volta davanti all’ufficiale giudiziario presso cui pende la causa per lo svolgimento delle proprie attività
dente del giudizio
loc.s.m.
CO
ciascuno dei quattro molari più arretrati che possono erompere in età adulta
giorno del giudizio
loc.s.m.
CO
nel cristianesimo, giorno in cui il mondo avrà fine e si svolgerà il giudizio universale
giudizio analitico
loc.s.m.
TS filos.
nella filosofia kantiana, g. in cui il concetto del predicato è implicitamente contenuto nel concetto del soggetto, in cui quindi il predicato è ricavabile dal soggetto
giudizio assertorio
loc.s.m.
TS filos.
nella filosofia kantiana, g. che consiste nell’affermare o negare una semplice verità di fatto, senza idea di possibilità o necessità
giudizio d’accusa
loc.s.m.
TS dir.
g. promosso dal parlamento contro il presidente della Repubblica per alto tradimento e attentato alla Costituzione e contro i ministri per reati connessi all’esercizio delle loro funzioni
giudizio d’appello
loc.s.m.
TS dir.
=> giudizio di secondo grado
giudizio determinante
loc.s.m.
TS filos.
nella filosofia kantiana, g. propriamente intellettuale, cioè conoscitivo
giudizio di cassazione
loc.s.m.
TS dir.
=> giudizio di terzo grado
giudizio di Dio
loc.s.m.
TS stor.
=> ordalia
giudizio di equità
loc.s.m.
TS dir.
procedimento nel quale il giudice giudica secondo il suo personale senso della giustizia
giudizio di fatto
loc.s.m.
TS filos.
g. che si limita a riconoscere come reale una situazione o un evento, senza darne valutazioni
giudizio di primo grado
loc.s.m.
TS dir.
quello in cui l’organo giudiziario delibera per la prima volta
giudizio di rinvio
loc.s.m.
TS dir.
processo celebrato a seguito di una sentenza della corte di cassazione che annulla o rivede un precedente giudizio di altro giudice
giudizio di secondo grado
loc.s.m.
TS dir.
quello in cui l’organo giudiziario delibera in base a un appello su una controversia o un’imputazione
giudizio di terzo grado
loc.s.m.
TS dir.
quello concernente i soli motivi di legittimità in materia sia civile sia penale, ovvero l’eventuale violazione di legge da parte del giudice di secondo grado
giudizio di valore
loc.s.m.
TS filos.
g. che, diversamente dal giudizio di fatto, non riconosce soltanto la realtà d’una situazione o d’un evento, ma ne dà una valutazione in base a un sistema esplicito o a un insieme implicito di valori | CO estens., valutazione soggettiva fatta in base a fattori emotivi e principi morali
giudizio direttissimo
loc.s.m.
TS dir.
particolare procedura penale, nei confronti di un imputato colto in flagranza o colpevole di determinati reati, che non comprende la normale fase istruttoria
giudizio esistenziale
loc.s.m.
TS log.
quello che afferma o nega l’esistenza del soggetto
giudizio esplicativo
loc.s.m.
TS filos.
=> giudizio analitico
giudizio finale
loc.s.m.
CO
=> giudizio universale
giudizio immediato
loc.s.m.
TS dir.
g. direttissimo nei confronti dell’autore di un reato commesso nell’udienza di un giudizio penale
giudizio negativo
loc.s.m.
TS log.
quello che si esprime con una proposizione negativa sia universale sia particolare
giudizio rescindente
loc.s.m.
TS dir.
prima fase del procedimento giudiziario di revocazione in cui il giudice accerta se sussistono motivi per cui la revocazione è ammessa, e se esiste nesso tra il motivo idoneo e la decisione impugnata
giudizio rescissorio
loc.s.m.
TS dir.
seconda fase del procedimento giudiziario di revocazione che si concreta nella pronuncia di una nuova sentenza che sostituisce quella impugnata
giudizio riflettente
loc.s.m.
TS filos.
=> giudizio determinante
giudizio salomonico
loc.s.m.
CO
g. saggio e imparziale, anche se eccessivamente rigido nelle sue conseguenze
giudizio teleologico
loc.s.m.
TS teol.
nella filosofia kantiana, giudizio riflettente che coglie una finalità interna nella natura come qualcosa di oggettivo, senza volerne offrire una conoscenza di tipo scientifico
giudizio universale
loc.s.m.
CO
quello che si svolgerà alla fine del mondo, quando tutte le anime compariranno al tribunale di Dio | TS arte raffigurazione iconografica di tale evento.
metatesi dei giudizi
loc.s.f.
TS filos.
nel pensiero di Kant, il processo logico per cui, dati due giudizi validi i cui termini risultano invertiti, se ne deduce immediatamente una terza proposizione
mettere giudizio
loc.v.
CO
acquistare una certa maturità di comportamento
ordinanza di rinvio a giudizio
loc.s.f.
TS dir.
o. emessa dal giudice istruttore quando esistono a carico dell'imputato prove sufficienti per il rinvio a giudizio
rappresentanza in giudizio
loc.s.f.
TS dir.civ.
istituto del processo civile secondo cui la parte, o eventualmente il suo rappresentante, deve stare in giudizio con il ministero di un difensore
rinuncia agli atti del giudizio
loc.s.f.
TS dir.
atto unilaterale con cui chi ha promosso un procedimento dichiara di non volerlo proseguire.
rinviare a giudizio
loc.v.
TS dir.pen.
ordinare il rinvio a giudizio
rinvio a giudizio
loc.s.m.
TS dir.pen.
provvedimento del giudice emesso al termine dell’istruttoria, affinché venga iniziato un processo, se dall’istruttoria stessa siano emersi indizi sufficienti a carico dell’imputato.
rispondere in giudizio
loc.v.
TS dir.
presentarsi in udienza
sospensione del giudizio
loc.s.f.
TS filos.
=> epochè
tranciare giudizi
loc.v.
CO
trinciare giudizi.
trinciare giudizi
loc.v.
CO
pronunciare giudizi avventati
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.