infedele

in|fe||le
agg., s.m. e f.
1354; dal lat. infidēle(m), v. anche fedele.


AD
1a. agg., di qcn., che non è fedele ai propri impegni o non mantiene fede alla propria parola: confidente, amico infedele, essere infedele ai propri alleati, alla parola data
1b. agg., di qcn., che non è fedele nei rapporti affettivi, spec. coniugali: moglie, marito infedele, essere infedele alla moglie
2. agg., di qcs., che si discosta dal modello originario: traduzione, copia infedele
3. agg., di qcn., di qcs., che non si attiene, volontariamente o meno, alla realtà dei fatti: testimonianza, resoconto infedele; storico, traduttore infedele
4. agg., s.m. e f., in passato, spec. nel Medioevo, che, chi, rispetto ai seguaci di una religione, ne professava una diversa, spec. con riferimento ai musulmani rispetto ai cristiani e viceversa: crociate contro gli infedeli, cristiano infedele; anche come insulto: cane infedele | OB eretico, miscredente
5. agg. LE di animale, indocile, ribelle: pèra chi osò primiero | discortese commettere | a infedele corsiero | l’agil fianco femineo (Foscolo)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità