ridere

|de|re
v.intr. e tr., s.m.
av. 1292; lat. tardo ridĕre, var. di ridēre.

FO
I. v.intr. (avere)
1a. esprimere sentimenti quali gioia, allegria, ilarità, euforia e sim., spontanei e generalmente improvvisi, variando la mimica del viso ed emettendo un suono caratteristico: scoppiare, iniziare a ridere, venire da ridere; ridere a crepapelle, da matti, fino alle lacrime, da morire, a più non posso, moltissimo, ridere di gusto, di cuore, sguaiatamente, fragorosamente, ridere di felicità, di gioia
1b. esprimere sentimenti quali scherno, sprezzo, ironia e sim., con manifestazioni più o meno analoghe a quelle precedenti: ridere a fior di labbra, a denti stretti, di rabbia, sotto sotto | deridere, mettere in ridicolo, canzonare qcn. o considerare con scherno, ironia e sim. un fatto, una situazione, ecc.: hanno riso di me, ridono della nostra condizione, ridere delle disgrazie altrui, ridere alle spalle di qcn.; riderci su, sopra, non prendersela, minimizzare, sdrammatizzare | in loc.pragm., ma fammi ridere!, (ma) non farmi, (ma) non fatemi ridere!: intimazione rivolta a chi risulta irritante per ciò che dice o come si comporta; e ridici anche!; e ci ride!: con tono di rimprovero o di minaccia nei confronti di chi ha commesso una malefatta o uno sproposito e non si fa scrupolo di mostrarsi divertito; ridendo e scherzando: colloq., tra una cosa e l’altra; prenderla, buttarla, metterla sul ridere: cercare di sdrammatizzare una situazione; c’è poco, niente da ridere, per invitare gli interlocutori ad assumere atteggiamenti meno spensierati o superficiali di fronte all’effettiva gravità di una situazione
2. CO estens., risplendere mostrando gioia: ti ridono gli occhi ogni volta che la guardi
3. BU fig., di uno specchio o di un corso d’acqua: incresparsi
4. BU di biancheria, essere sdrucita | di scarpe, essere sfondate
5. LE spec. degli aspetti della natura, apparire luminoso: quale ne’ plenilunii sereni | Trivia ride tra le ninfe etterne (Dante)
6. LE arridere, essere propizio: è da sperar meglio quando la fortuna si mostra … turbata, che quando … falsamente ride (Boccaccio)
II. v.tr.
1. LE accogliere con risate: la novella … fu in parte risa (Boccaccio)
2. LE  schernire, irridere: beata ride i nostri vani amori (Carducci)
III. s.m. 1313-19 CO solo sing., l'azione, l'atto del ridere

Polirematiche

far ridere
loc.v.
CO
essere involontariamente ridicolo: vestito così fai proprio ridere
far ridere i polli
loc.v.
CO
colloq., essere assolutamente ridicolo, inadeguato: come cuoco fa ridere i polli, non sa cuocinare un uovo fritto
per ridere
loc.avv.
CO
senza intenzioni serie, per scherzo: non t’arrabbiare, l’ho fatto per ridere!
ridere a crepapelle
loc.v.
CO
spanciarsi
ridere dietro
loc.v.
CO
canzonare, prendere in giro: non facciamoci ridere dietro e cerchiamo di comportarci meglio
ridere in, sulla faccia
loc.v.
CO
deridere, sbeffeggiare: ogni volta che parlo, mi ride in faccia come se fossi uno stupido
ridere per non piangere
loc.v.
CO
prendere con spirito e filosofia la situazione: di fronte a un tale pasticcio, rido per non piangere
ridere sotto i baffi
loc.v.
CO
r. di nascosto, con malizia o compiacimento: mentre parlava, tutti ridevano sotto i baffi.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.