rigidità

ri|gi|di|
s.f.inv.
sec. XIV; dal lat. rigiditāte(m), v. anche rigido.


1a. CO l’essere rigido, duro, poco flessibile o elastico: la rigidità di un materiale
1b. TS fis. => rigidezza | negli organi flessibili di trasmissione, resistenza da essi opposta all’avvolgimento e allo svolgimento
2a. TS med., vet. perdita o assenza di motilità di un arto o del corpo intero per una lesione articolare o per un’ipertonia muscolare
2b. CO estens., mancanza di elasticità, di morbidezza nei movimenti: camminare con rigidità
3. CO fig., rigidezza delle condizioni atmosferiche: rigidità della stagione
4. CO fig., rigore, severità morale: rigidità di vita, dei costumi, un uomo di grande rigidità | durezza, inflessibilità: rigidità di una sentenza
5. CO fig., mancanza di flessibilità, di possibilità di adeguamento a situazioni o esigenze diverse: rigidità dell’orario di lavoro
6. TS econ. qualità di una grandezza che varia relativamente in misura minore rispetto a un’altra grandezza legata strutturalmente con la prima | scarsa o lenta capacità di un sistema economico di adattarsi ai mutamenti della congiuntura
7. TS dir.cost. non modificabilità di una norma costituzionale da parte delle leggi ordinarie

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.