voce

|ce
s.f.
av. 1294; lat. vōce(m).


1a. FO suono emesso dagli esseri umani o da altri animali per produrre segnali, cantare, parlare, sfruttando il passaggio dell’aria attraverso la gola e la bocca o strutture analoghe nei volatili | TS fon. fonazione, produzione di suoni armonici modulabili (le vocali e, in genere, i vocoidi) e rumori (le consonanti e, in genere, i contoidi) ottenuta sfruttando raramente la corrente inspiratoria, cioè dall’esterno ai polmoni (foni ingressivi, presenti spec. nelle interiezioni), talvolta il rumore dovuto alla brusca avulsione di un organo mobile (lingua, labbro inferiore) da un organo immobile (guancia, palato, labbro superiore), e spesso la corrente espiratoria che fuoriesce dai polmoni e, attraverso la glottide, passa nelle cavità oronasali dove viene variamente modellata per dar luogo alle diverse vocali e consonanti, essendo accompagnata da vibrazioni della glottide (vocali e consonanti sonore) o non accompagnata (consonanti sorde)
1b. FO il timbro di tale suono: voce maschile, femminile, infantile; avere una voce argentina, limpida, stentorea, roca; voce triste, allegra; parlare ad alta, a bassa voce | gridare con quanta voce si ha in corpo, in gola, con tutte le proprie forze, a voce altissima | essere senza voce, afono | cambiare, mutare voce, modificarne il timbro o il tono, spec. di adolescente che diventa adulto | parlare con un filo di voce, a voce molto bassa | coprire la voce di qcn., parlare a un volume più alto del suo, così da non far sentire la sua voce | sentire le, delle voci, credere di sentire ammonimenti o richiami provenienti da esseri soprannaturali, dall’oltretomba e sim. | voce!, come invito a parlare più forte rivolto dal pubblico a chi sta tenendo un discorso, una conferenza o per far alzare il volume di un film
2. FO verso di un animale: udire la voce di una civetta, di un cane che abbaia
3a. FO estens., suono di uno strumento musicale: la melodiosa voce del violino
3b. FO estens., rumore, suono prodotto da qcs.: la voce del tuono, ascoltare la voce del mare
4. FO estens., il suono delle trasmissioni radiofoniche e televisive: ci sono problemi di trasmissione, è andata via la voce
5a. FO fig., ciò che viene detto o scritto da qcn. in segno di protesta, richiamo, ammonimento, per esprimere un’opinione, per dare un consiglio, ecc.: molte voci si levarono in sua difesa, ascoltare la voce dei vecchi | voce popolare, del popolo, l’opinione pubblica | OB dare buona, cattiva voce, lodare o infamare
5b. FO fig., veicolo di idee, mezzo di comunicazione: quel giornale rappresenta la voce del sindacato
6. FO fig., impulso interiore che spinge a comportarsi in un certo modo, a prendere determinate decisioni: sentire la voce della coscienza, della ragione; seguire la voce del cuore, del sentimento | la voce del sangue, il richiamo derivante dai vincoli di consanguineità con i propri parenti
7. FO fig., esponente, rappresentante di un determinato campo, spec. con rif. all’ambito letterario e umanistico: una delle voci più alte del romanticismo italiano, una voce autorevole in campo filosofico
8. FO fig., notizia proveniente da una fonte indeterminata, di cui non si è verificata l’esattezza: si è sparsa la voce delle sue dimissioni, non bisogna dare ascolto alle voci che circolano
9a. FO parola, vocabolo: le voci della lingua italiana, del dialetto napoletano; voci straniere; voci di uso arcaico, letterario (abbr. v.)
9b. TS ling. => 1lemma
10. TS gramm. ciascuna delle forme assunte dal verbo nella sua coniugazione: voce del verbo, voce verbale | non com. => diatesi
11. CO ciascuno degli elementi, dotati di propria denominazione, che fanno parte di un elenco organico, di un complesso omogeneo di dati: le voci di un elenco, di un catalogo
12. TS rag. => voce di bilancio
13. TS ammin. ciascuno degli elementi, o dei gruppi di elementi, da cui è composta una tariffa: voci di tariffa, del tariffario doganale, voce di dogana
14a. TS mus. ciascuna delle parti melodiche che costituiscono una composizione polifonica: fuga a quattro voci | parte vocale: concerto per orchestra e voce solista
14b. CO cantante: concorso per voci nuove
15. TS dir.can. diritto di voto attribuito agli appartenenti a congregazioni e ordini religiosi, ai membri di enti e istituti ecclesiastici, ecc.
16. TS venat. spec. al pl., nella battuta al cinghiale, ciascuno degli uomini che spaventando l’animale con le loro grida devono sospingerlo verso i cacciatori appostati
17. LE comando, ordine: ’l mondo … a la voce d’un solo … fu ordinato (Dante)
18. OB LE fama: ’l conte Ugolino aveva voce | d’aver tradita te de le castella (Dante) | essere di gran voce, avere grande fama
19. OB bando | dare la voce, mettere all’asta
20. OB il prezzo di mercato relativo alle derrate, in contrapposizione al prezzo di calmiere
21. RE merid., il gioco della passatella

Polirematiche

a gran voce
loc.avv.
CO
gridando con forza, insistentemente: chiedere giustizia a gran voce, reclamare a gran voce i propri diritti
a mezza voce
loc.avv.
CO
loc.agg.inv. CO a mezza bocca
a piena voce
loc.avv.
CO
con tutta la forza della voce
a una voce
loc.avv.
CO
parlando, gridando tutti insieme, con voci concordi: protestare a una voce
a viva voce
loc.avv.
CO
di persona, parlando direttamente con l’interessato: comunicare qcs. a viva voce
a voce
loc.avv.
CO
comunicando con la voce, non per scritto: me lo ha detto a voce; anche loc.agg.inv.: una comunicazione a voce
a voce di popolo
loc.avv.
CO
per richiesta unanime di tutti i cittadini: proposta avanzata a voce di popolo
a voce distesa
loc.avv.
BU
a voce spiegata
a voce spiegata
loc.avv.
CO
a gran voce, a piena voce: gridare, cantare a voce spiegata
abbassamento di voce
loc.s.m.
CO
raucedine.
ad alta voce
loc.avv.
CO
forte
alla voce
loc. di comando
TS mar.
ordine che serve ad annullarne uno appena dato
alzare la voce
loc.v.
CO
litigare: è uno che alza la voce facilmente | fare un rimprovero aspro, sgridare: non alzare la voce con me! | protestare, farsi valere
avere voce in capitolo
loc.v.
1. TS st.eccl. avere diritto di parola nell’adunanza capitolare
2. CO estens., poter intervenire in una discussione o nel prendere una decisione; essere considerato, stimato: in famiglia non ha voce in capitolo
correre voce
loc.v.
CO
vociferare
dare sulla voce
loc.v.
CO
contraddire, zittire: dare sulla voce a qcn.
dare una voce
loc.v.
CO
chiamare, avvertire: quando è ora di andare, dammi una voce
dare voce
loc.v.
1. LE dire in giro, spargere una voce
2. CO esprimere un sentimento, un’opinione, rendere pubblico: abbiamo dato voce ai vostri desideri
fare la voce grossa
loc.v.
CO
assumere un atteggiamento di forte rimprovero o di sdegno, sgridare: fare la voce grossa con qcn. | protestare, far valere le proprie ragioni
muta della voce
loc.s.f.
TS fisiol.
cambiamento di voce che avviene nell’uomo durante la pubertà
passare la voce
loc.v.
CO
passare parola
passare voce
loc.v.
BU
passare parola
per voce
loc.agg.inv.
CO
vocale
perdere la voce
loc.v.
CO
diventare afono | fig., ammutolire per lo sbigottimento, l’imbarazzo, lo spavento e sim.
salutare alla voce
loc.v.
TS milit.
di più soldati in uniforme riuniti in formazione, salutare con un grido convenzionale.
saluto alla voce
loc.s.m.
TS milit.
omaggio tributato a un’autorità da parte dell’equipaggio di una nave schierato sui ponti lanciando tre volte un grido regolamentare
schiarirsi la voce
loc.v.
CO
rendere la voce più nitida, meno velata, per lo più con un leggero colpo di tosse
sintetizzatore della voce
loc.s.m.
TS inform.
dispositivo che, per mezzo di segnali preregistrati, è in grado di riprodurre il suono della voce umana e permette a un elaboratore elettronico di inviare messaggi vocali
sotto voce
loc.avv.
CO
loc.agg.inv. CO sub voce
viva voce
loc.s.m.inv.
loc.agg.inv. TS telecom.
1. loc.s.m.inv., congegno che consente di amplificare il segnale sonoro di un apparecchio telefonico in entrata e in uscita, permettendo così di conversare senza tenere in mano il ricevitore: usare il viva voce, parlare con il viva voce
2. loc.agg.inv., di apparecchio telefonico, dotato di tale congegno: telefono viva voce
voce bianca
loc.s.f.
CO
v. di un cantante bambino o, un tempo, di un cantante castrato
voce di bilancio
loc.s.f.
TS rag.
ciascuno degli elementi che costituiscono un’entrata o un’uscita in un bilancio di previsione o in un bilancio consuntivo
voce di contrabbasso
loc.s.f.
CO
scherz., v. molto bassa e roca
voce di corridoio
loc.s.f.
CO
notizia non ufficiale, raccolta attraverso indiscrezioni
voce di gola
loc.s.f.
CO
v. caratterizzata da un timbro gutturale
voce di petto
loc.s.f.
TS mus.
v. che viene fatta risuonare nella cavità inferiore dell’apparato vocale
voce di testa
loc.s.f.
TS mus.
=> falsetto
voce fuori campo
loc.s.f.
TS cinem.
v. che proviene da una zona non inquadrata della scena
voce nel deserto
loc.s.f.
CO
chi non viene ascoltato malgrado i suoi sforzi
voce recitante
loc.s.f.
TS mus.
chi recita il testo inserito in un componimento musicale o la parte narrativa in un’opera cantata, spec. in passioni e oratori antichi
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.