Risultato della ricerca

Abbiamo trovato 144 parole che corrispondono alla tua ricerca.
  • lingua 
    (s.f.) 1a. FO organo muscolare della bocca, di forma allungata e appiattita, che compie i movimenti …

Polirematiche
  • avere la lingua biforcuta (loc.v.) essere bugiardo, infido…
  • avere la lingua in bocca (loc.v.) saper rispondere a tono …
  • avere la lingua sciolta (loc.v.) essere loquace, avere facilità di parola…
  • avere sulla punta della lingua (loc.v.) sapere ma non ricordare: avere un nome sulla punta della lingua …
  • avere la lingua tagliente (loc.v.) essere incline a esprimere giudizi sarcastici o malevoli…
  • bagnarsi la lingua (loc.v.) bagnarsi la bocca…
  • convertitore di linguaggio (loc.s.m.) dispositivo che traduce una forma di dati in un'altra (es. da microfilm a nastro magnetico)…
  • filetto della lingua (loc.s.m.) => frenulo linguale…
  • filosofia del linguaggio (loc.s.f.) riflessione filosofica sul linguaggio | non com. => filosofia linguistica…
  • frenare la lingua (loc.v.) trattenersi dal parlare, spec. dal dire qcs. di sconveniente.…
  • funzione del linguaggio (loc.s.f.) secondo la teoria di R. Jakobson, quella che una comunicazione linguistica o una sua parte può …
  • frenulo linguale (loc.s.m.) plica mucosa verticale e mediana che unisce il pavimento della bocca alla faccia inferiore della …
  • legare la lingua (loc.v.) fig., impedire a qcn. di parlare…
  • lesto di lingua (loc.agg.) pronto a rispondere a tono, anche in modo impertinente o sarcastico…
  • lingua centum (loc.s.f.) l. indoeuropea che conserva, come fanno greco, latino e germanico, le consonanti occlusive velari …
  • lingua di fuoco (loc.s.f.) estremità guizzante di una fiamma | ciascuna delle fiammelle che discesero sul capo degli apostoli …
  • lingua scritta (loc.s.f.) insieme degli usi d'una lingua prevalenti nella comunicazione scritta, spec. di tono più elevato…
  • lingua salmistrata (loc.s.f.) l. di bue trattata con sale e salnitro, lasciata poi alcuni giorni a marinare in una salamoia con …
  • lingua turca j (loc.s.f.) una delle lingue turche come il tartaro, l'usbeco, l'osmanico (da cui trae origine il turco …
  • lingua universale (loc.s.f.) 1. TS ling., filos. linguaggio simbolico costruito per superare le differenze, le instabilità e …
  • lingua dei segni (loc.s.f.) ciascuno dei diversi codici che, come l'ASL, nelle comunità di sordomuti regolano, a partire già …
  • lingua fiorentina (loc.s.f.) il fiorentino letterario dal XIV al XVI sec. assunto poi a lingua comune italiana…
  • lingua individuale (loc.s.f.) => idioletto…
  • lingua internazionale (loc.s.f.) l. naturale già esistente, come l'inglese odierno, o creata artificialmente, come l'esperanto, …
  • lingua liturgica (loc.s.f.) l. utilizzata durante l'esecuzione di una funzione religiosa…
  • lingua speciale (loc.s.f.) => linguaggio settoriale…
  • lingua uno (loc.s.f.) l. materna, in quanto contrapposta a un'eventuale lingua seconda e alle lingue straniere (abbr. L1)…
  • lingua fantastica (loc.s.f.) l. immaginata in opere letterarie come propria di certi paesi o di certe epoche…
  • lingua madre (loc.s.f.) 1. CO madrelingua, lingua materna 2. TS ling. => madrelingua…
  • lingua politonale (loc.s.f.) l. in cui la variabilità di tono e d'intonazione serve a distinguere significanti diversi di …
  • lingua strumentale (loc.s.f.) quella adottata come lingua ufficiale per l'insegnamento in paesi in cui coesistono lingue diverse…
  • linguaggio algoritmico (loc.s.m.) quello sviluppato negli anni Sessanta e che è alla base dei moderni linguaggi di programmazione…
  • lingua analogica (loc.s.f.) l. in cui la successione delle parole è fissa…
  • lingua olofrastica (loc.s.f.) => lingua incorporante…
  • lingua satem (loc.s.f.) ciascuna delle lingue indoeuropee orientali, come le slave o le indoiraniche, nelle quali (come …
  • lingua seconda (loc.s.f.) 1. TS ling. l. veicolare o strumentale di largo uso in una comunità che ha una o più altre lingue …
  • lingua veicolare (loc.s.f.) quella usata come mezzo di comunicazione tra parlanti che appartengono a comunità linguistiche …
  • linguaggio a basso livello (loc.s.m.) l. di programmazione con una sintassi orientata al calcolatore…
  • linguaggio ad alto livello (loc.s.m.) l. di programmazione con istruzioni e struttura più vicine a quelle del linguaggio parlato…
  • lingua artificiale (loc.s.f.) 1. TS ling. l. internazionale come l'esperanto e altre, costruita, di solito prendendo come base …
  • lingua della conversazione (loc.s.f.) l. di uso quotidiano…
  • lingua glaciale (loc.s.f.) espansione di un ghiacciaio continentale o alpino che non è contenuto in bacini chiusi ma si …
  • lingua inversiva (loc.s.f.) l. in cui la sequenza delle parole è facilmente modificabile…
  • lingua letteraria (loc.s.f.) l. usata nelle opere letterarie…
  • lingua quotidiana (loc.s.f.) => linguaggio ordinario…
  • lingua agglutinante (loc.s.f.) l. in cui, come il turco, finlandese, ungherese, swahili, la funzione sintattica e grammaticale …
  • lingua dotta (loc.s.f.) l. letteraria di tradizione scritta…
  • lingua parlata (loc.s.f.) insieme degli usi d'una lingua, prevalenti nella comunicazione orale, spec. di registro più basso …
  • lingua di suocera (loc.s.f.) biscotto simile alla lingua di gatto ma di forma più allungata…
  • lingua materna (loc.s.f.) madrelingua…
  • lingua utopica (loc.s.f.) l. non reale, inventata…
  • lingua affissiva (loc.s.f.) => lingua agglutinante…
  • lingua comune (loc.s.f.) 1. TS ling. l. diffusa su un territorio in sostituzione dei dialetti e delle parlate locali 2. TS …
  • lingua d'uso (loc.s.f.) l. di uso corrente…
  • lingua monosillabica (loc.s.f.) l. in cui le parole tendono a essere monosillabiche…
  • lingua oggetto (loc.s.f.) => linguaggio oggetto…
  • lingua popolare (loc.s.f.) l. dell'uso comune…
  • lingua viva (loc.s.f.) l. naturale attualmente in uso in comunità, soggetta quindi a trasmissione e a evoluzione storica…
  • lingua cortigiana (loc.s.f.) l. teorizzata da alcuni scrittori italiani del '500, di ispirazione fiorentina arricchita dei …
  • lingua del sì (loc.s.f.) l'italiano…
  • lingua d'oc (loc.s.f.) occitanico, la lingua romanza parlata nel sud della Francia, ora suddivisa in più dialetti …
  • lingua d'oïl (loc.s.f.) il franciano, il francese e le altre parlate affini, spec. del periodo medievale…
  • lingua per distanziazione (loc.s.f.) in sociolinguistica, sistema linguistico considerato come lingua a sé stante in base a differenze …
  • lingua radicale (loc.s.f.) => lingua isolante…
  • lingua sintetica (loc.s.f.) l. nella quale, come nelle lingue indoeuropee, spec. di aspetto più conservativo (sanscrito, …
  • lingua standard (loc.s.f.) nell'uso di una lingua, quella parte non connotata socialmente o regionalmente, risultante dalle …
  • lingue classiche (loc.s.f.pl.) il latino e il greco.…
  • lingua diplomatica (loc.s.f.) l. usata nei rapporti fra stati per la redazione di documenti internazionali ufficiali…
  • lingua edenica (loc.s.f.) => lingua adamica…
  • lingua isolante (loc.s.f.) l. in cui i rapporti grammaticali e sintattici delle parole di una frase vengono espressi …
  • lingua polisintetica (loc.s.f.) => lingua incorporante…
  • lingua volgare (loc.s.f.) ciascuna delle lingue che si formarono dal latino, spec. con riferimento alle origini…
  • lingua conservativa (loc.s.f.) l. nella quale non si registrano innovazioni…
  • lingua di gatto (loc.s.f.) sottile biscotto da tè di forma ovale…
  • lingua due (loc.s.f.) l. insegnata nelle scuole come lingua straniera (abbr. L2)…
  • lingua franca (loc.s.f.) l. costituita dal lessico italiano e spagnolo con alcune voci arabe, usata in passato per i …
  • lingua furbesca (loc.s.f.) gergo della malavita…
  • lingua lunga (loc.s.f.) tendenza alla loquacità, al parlare troppo, spec. rivelando cose o fatti che andrebbero tenuti …
  • lingua pedantesca (loc.s.f.) l. elaborata nel '500 dal poeta Camillo Scroffa in componenti burleschi e satirici, consistente …
  • lingua storico-naturale (loc.s.f.) => lingua naturale…
  • lingua amalgamante (loc.s.f.) => lingua agglutinante…
  • lingua analitica (loc.s.f.) l. nella quale i rapporti sintattici tra le parole d'una frase sono espressi da elementi autonomi…
  • lingua flessiva (loc.s.f.) l. che esprime funzioni grammaticali e relazioni sintattiche attraverso variazioni delle desinenze …
  • lingua mista (loc.s.f.) l. in cui l'apporto lessicale di lingue geneticamente e strutturalmente diverse è particolarmente …
  • lingua naturale (loc.s.f.) l. parlata da una comunità linguistica e formatasi con l'evoluzione storica di tale comunità, …
  • lingua turca s (loc.s.f.) una delle lingue turche in cui, come in iacuto, il fonema dell'antico turco comune originario *j- …
  • lingua adamica (loc.s.f.) ipotetica lingua originaria comune al genere umano…
  • lingua incorporante (loc.s.f.) l. in cui si fondono in una sola unità elementi lessicali e grammaticali diversi in modo che la …
  • lingua innovativa (loc.s.f.) l. aperta a mutamenti e innovazioni…
  • lingua morta (loc.s.f.) l. non più parlata da una comunità né soggetta ad evoluzioni, appresa soltanto attraverso lo …
  • lingua di Menelik (loc.s.f.) fischietto alla cui estremità è applicato un tubo di carta arrotolata variopinta che si srotola …
  • lingua di passero (loc.s.f.) trenetta…
  • lingua minoritaria (loc.s.f.) l. parlata dalla minoranza linguistica di un paese, come il ladino o, anche, il tedesco e il …
  • linguaggio matematico (loc.s.m.) 1. TS log., filos. le matematiche in quanto tipico insieme di linguaggi simbolici 2. TS log., ling. …
  • linguaggio associativo (loc.s.m.) quello che procede per associazioni di idee piuttosto che secondo i canoni della sintassi…
  • linguaggio fischiato (loc.s.m.) codice semiologico a significanti realizzati con fischi, spec. modulati e differenziati variando …
  • linguaggio simbolico (loc.s.m.) 1. TS log., ling. => linguaggio formalizzato 2. TS inform. => linguaggio ad alto livello.…
  • madre lingua (loc.s.f.) var. => madrelingua…
  • linguaggio formalizzato (loc.s.m.) sistema chiuso (non creativo) di simboli governati da un numero finito di regole sintattiche …
  • linguaggio settoriale (loc.s.m.) l. utilizzato in determinati settori specialistici e caratterizzato da una terminologia tecnica che …
  • linguaggio artificiale (loc.s.m.) sistema simbolico, formato da cifre, codici e lettere, usato nelle discipline tecniche e …
  • linguaggio macchina (loc.s.m.) => linguaggio a basso livello…
  • linguaggio bambinesco (loc.s.m.) linguaggio infantile…
  • linguaggio di programmazione (loc.s.m.) codice simbolico usato per esprimere le istruzioni dei programmi con cui far compiere determinate …
  • linguaggio naturale (loc.s.m.) quello verbale, consistente nell'uso delle lingue naturali e storiche…
  • linguaggio furbesco (loc.s.m.) => lingua furbesca…
  • linguaggio olofrastico (loc.s.m.) l. che esprime concetti complessi per mezzo di un solo vocabolo come ad es. quello dei bambini …
  • linguaggio oggetto (loc.s.m.) 1. TS log., ling. quello definito o descritto da un metalinguaggio 2. TS inform. => linguaggio a …
  • linguaggio infantile (loc.s.m.) l. tipico dei bambini o degli adulti che adottano il loro stesso modo di esprimersi…
  • linguaggio evoluto (loc.s.m.) => linguaggio ad alto livello…
  • linguaggio ordinario (loc.s.m.) spec. nella filosofia analitica, il linguaggio quotidiano in quanto distinguibile dagli usi …
  • mala lingua (loc.s.f.) var. => malalingua…
  • mangiarsi la lingua (loc.v.) imporsi di tacere | rimproverarsi di aver detto ciò che non si doveva dire…
  • medicazione sublinguale (loc.s.f.) assunzione di medicamenti ad alta solubilità per via linguale, per evitarne l'assorbimento …
  • metalinguaggio riflessivo (loc.s.m.) linguaggio che si riferisce a se stesso come linguaggio oggetto.…
  • menare la lingua (loc.v.) sparlare, spettegolare…
  • mettere lingua (loc.v.) mettere bocca…
  • mordersi la lingua (loc.v.) fig., trattenersi dal parlare, spec. per non offendere l'interlocutore: mi son morso la lingua per …
  • non avere peli sulla lingua (loc.v.) parlare con una schiettezza che rasenta la brutalità …
  • papilla linguale (loc.s.f.) ciascuna delle piccole formazioni rilevate presenti su tutta la superficie superiore e sui margini …
  • parlare la stessa lingua (loc.v.) intendersi alla perfezione, essere concordi: quei due parlano la stessa lingua.…
  • patina della lingua (loc.s.f.) => patina linguale…
  • patina linguale (loc.s.f.) strato molto sottile di colore bianco giallastro, dovuto alla desquamazione di cellule epiteliali, …
  • perdere la lingua (loc.v.) fam., ammutolire, non sapere che cosa dire…
  • psicologia del linguaggio (loc.s.f.) studio, dal punto di vista psicologico, dei fatti linguistici, spec. individuali…
  • radice della lingua (loc.s.f.) la parte della lingua prossima al solco terminale, inserita al di sotto dell'osso ioide…
  • questione della lingua (loc.s.f.) disputa sorta nella cultura italiana riguardo alla lingua da usare in letteratura sia, fino alla …
  • sciogliere la lingua (loc.v.) costringere qcn. a parlare…
  • setto linguale (loc.s.m.) lamina fibrosa della lingua situata sagittalmente lungo la linea mediana, dalle cui facce laterali …
  • sociologia del linguaggio (loc.s.f.) studio dei diversi strati sociali dal punto di vista dei loro comportamenti linguistici…
  • storia della lingua (loc.s.f.) 1. TS ling. studio storico di una lingua: storia della lingua latina, italiana, tedesca 2. TS scol. …
  • tenere a freno la lingua (loc.v.) moderarsi nel parlare o tacere …
  • svelto di lingua (loc.agg.) 1. che sa rispondere a tono: ci vorrebbe qualcuno abbastanza svelto di lingua da tenergli testa 2. …
  • tenere la lingua a posto (loc.v.) tenere a freno la lingua …
  • sveltezza di lingua (loc.s.f.) 1. prontezza nel rispondere a tono 2. abitudine a parlare male del prossimo…
  • disturbo del linguaggio (loc.s.m.) ciascuna delle patologie che toccano lo sviluppo o l'esercizio della facoltà del linguaggio, come …
  • prima lingua (loc.s.f.) madrelingua   …
  • arteria linguale (loc.s.f.) a. che si origina dalla carotide esterna e irrora la lingua …
  • arteria sottolinguale (loc.s.f.) a. che si origina da quella linguale e si distribuisce alla mandibola e alla ghiandola salivare che …
  • ghiandola linguale (loc.s.f.) g. salivare minore situata nella mucosa linguale …
  • muscolo linguale inferiore (loc.s.m.) m. situato nella faccia inferiore della lingua, che permette di abbassarne e ritrarne la punta …
  • nervo linguale (loc.s.m.) tratto terminale del nervo mandibolare, che presiede ai due terzi della parte anteriore della …
  • muscolo trasverso della lingua (loc.s.m.) m. situato nella parte mediana della lingua, che ha la funzione di modificarne il diametro …


Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.